lunedì 12 agosto 2013

RECENSIONE: Cinder di Marissa Meyer

Nell'ultimo periodo ho tutto rallentato: i pensieri rallentati, i movimenti rallentati, le letture rallentate e le recensioni rallentate. Ho-tutto-rallentato. L'ultima recensione che ho scritto risale a lunedì scorso o.o ma ora mi metto d'impegno e preparo qualche post carino per il blog visto che oggi ho un pò di tempo. :3
Volevo includere in questo post anche la recensione di Scarlet ma poi sarebbe venuto fuori qualcosa di troppo lungo. La avrete in settimana - se vorrete -, prometto.

Titolo: Cinder
Titolo originale: Cinder
Autore: Marissa Meyer
Editore: Mondadori Chrysalide
Data di uscita: 13 Marzo 2012
Pagine: 394
Prezzo: € 17.00
Cinder è abituata alle occhiate sprezzanti che la sua matrigna e la gente riservano ai cyborg come lei, e non importa quanto sia brava come meccanico al mercato settimanale di Nuova Pechino o quanto cerchi di adeguarsi alle regole. Proprio per questo lo sguardo attento del Principe Kai, il primo sguardo gentile e senza accuse, la getta nello sconcerto. Può un cyborg innamorarsi di un principe? E se Kai sapesse cosa Cinder è veramente, le dedicherebbe ancora tante attenzioni? Il destino dei due si intreccerà fin troppo presto con i piani della splendida e malvagia Regina della Luna, in una corsa per salvare il mondo dall'orribile epidemia che lo devasta. Cinder, Cenerentola del futuro, sarà combattuta tra il desiderio per una storia impossibile e la necessità di conquistare una vita migliore. Fino a un'inevitabile quanto dolorosa resa dei conti con il proprio oscuro passato.


My rolling thought
Quelli come te sanno almeno cosa sia l'amore? Puoi sentire qualcosa o è solo tutto... programmato?
126 anni dopo la IV Guerra Mondiale. Sulla Terra la tecnologia è in continua evoluzione ma la crisi economica e politica affligono la popolazione che deve già combattere duramente ogni giorno per sconfiggere la letumosi, la terribile malattia che non lascia scampo e che uccide in pochi giorni. Cinder vive a Nuova Pechino con la famiglia che l'ha adottata quando era piccola, ma il suo patrigno è morto e ora, a sedici anni, si ritrova a lavorare duramente come meccanico per aiutare la sua matrigna nelle spese famigliari. Ma Nuova Pechino sta vivendo un ulteriore dramma: il Re è stato contagiato dalla letumosi ed ha pochi giorni di vita; alla sua morte, suo figlio Kaito ne erediterà la corona. Ma Kai si ritroverà non solo al comando di un paese distrutto e malato, ma anche minacciato dalla Regina della Luna Levana. La strada che Cinder e Kai dovranno percorrere sarà difficile e rischiosa, piena di rivelazioni, ma durante il loro percorso troveranno l'aiuto prezioso di altre persone che li aiuteranno a sconfiggere il Popolo della Luna.

Volevo leggere Cinder da diverso tempo, fin da quando è stato pubblicato quasi un anno e mezzo fa, ma non ci sono mai riuscita o perchè davo la precedenza ad altri libri o perchè - quando mi ero finalmente decisa a farlo - la mia libreria non aveva più copie. Con l'avvicinarsi dell'uscita di Scarlet però mi sono messa d'impegno, ho recuperato il libro e l'ho letto tutto d'un fiato. Mi aspettavo di leggere uno dei numerosi retelling che stavano uscendo in quel periodo ma durante la lettura mi sono dovuta ricredere, Cinder non è assolutamente un retelling come tutti gli altri: questo libro conserva solo le caratteristiche principali della fiaba di Cenerentola che mescolati insieme ad altri elementi personali ed innovativi danno vita a qualcosa di unico e originale. In Cinder infatti non troviamo solamente una matrigna cattiva, una sorellastra gelosa e un bel principe, ma anche molti riferimenti a Sailor Moon e la tradizione cinese o asiatica in genereale.
Cinder è la protagonista di questo romanzo e si distingue da tutte le altre protagoniste perchè è solo per il 36,28 % umana, con una protesi ad una mano e ad una gamba e un'interfaccia elettronica che le sono stati impiantati in seguito ad un terribile incidente del quale non ricorda nulla, così come della sua vita passata. Viene per questo motivo odiata e trattata male dalla sua matrigna e dalla società in generale, che vede gli individui come lei relegati all'ultimo gradino della scala sociale. Le uniche due che la amano e la apprezzano per quella che è sono Peony, la più piccola delle sue due sorellastre, e Iko, un piccolo androide che Cinder ha più volte salvato dalle grinfie della sua matrigna intenzionata a vendere i suoi pezzi per risollevare il bilancio famigliare. Cinder trascorre le sue giornate nel mercato di Nuova Pechino, riparando androidi e computer fuori uso, e per questo motivo è diventata famosa come la più brava meccanica di tutto il paese. E proprio nel piccolo spazio che occupa ogni giorno al mercato che Cinder incontra il Principe Kai, andato da lei per chiederle di riparare un androide. La storia che ha ideato la Meyer per Cinder e Kai l'ho apprezzata particolarmente: non si innamorano instantaneamente l'uno dell'altra, non combattono per l'affermazione del loro amore perchè lui è un principe e lei un cyborg (Cinder non sogna nemmeno un futuro accanto al principe), bensì lottano individualmente per il loro paese, per il loro futuro e per farsi accettare dalla società.
Tutti i personaggi ideati dalla Meyer si lasciano apprezzare e amare/odiare fin dal primo istante. Iko è simpaticissima e Peony è dolcissima, adoro loro due ed ho sofferto per loro due allo stesso modo e con la stessa intensità... forse un pò di più per Peony. Cinder è tutta da amare, ma l'autrice è come se si trattenesse con lei, ho avuto l'impressione che non sia riuscita ad esprimere al meglio tutto il potenziale della sua eroina, già fantastica e fortissima.
Cinder e Kai devono affrontare ben due minacce: innanzitutto la terribile piaga che sta decimando inesorabilmente tutta la popolazione e con cui anche Cinder dovrà fare i conti, ma anche la Regina Levana, l'altera sovrana della luna intenzionata ad avere il controllo sulla Terra e pronta a dichiarare guerra immediata se il Principe Kai rifiuterà la sua proposta di matrimonio.
La trama ovviamente è molto più ricca di quanto io mi sia limitata a descrivere ma, pur essendo ben elaborata ed interessante per il lettore, in qualche modo è anche molto prevedibile. Si capisce fin da subito dove l'autrice vuole andare a parare e questo toglie un pò il gusto dell'ignoto e dell'imprevedibile. Inoltre mi è riuscito difficile immaginarmi non solo le caratteristiche dei cyborg e degli androidi, ma anche i personaggi umani che vengono introdotti. Ad esempio, di Cinder sappiamo che ha degli arti sostituiti ma non si hanno altre o più approfondite descrizioni fisiche di lei e degli altri personaggi che si muovono tra le righe di questo libro. Ecco, direi che le descrizioni sono proprio il punto debole di questo romanzo: non sono molte e nemmeno sufficienti. Così come i personaggi sono abbozzati, anche il mondo ideato dalla Meyer è privo di dettagli precisi che riescano in qualche modo a darci un quadro dettagliato di ciò che stiamo leggendo; oltre a qualche piccolo accenno, non sappiamo come si è arrivati alla realtà in cui Cinder vive. Anche il setting asiatico non viene sfruttato bene; a parte qualche nome, non abbiamo nulla di caratteristico o che comunque faccia pensare all'Asia come terra in cui è ambientato il romanzo.
I dettagli è ciò di cui si avverte maggiormente la mancanza, ma nonostante tutto il libro è scritto bene e si legge volentieri. Essendo il primo libro della Meyer apprezzo l'originalità della serie e le idee che ha sviluppato in Cinder. Le assegno 4 stelline perchè, è inutile negarlo, il libro mi è piaciuto!

★ ★ ★ ★ ☆
Awesome! :D

11 commenti:

  1. Io ho adorato,adoro ed adoreró questa trilogia!!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è molto bella! ^_^
      I libri sono 4, non 3: Cinder, Scarlet, Cress e Winter!

      Elimina
  2. Questo libro è tra quelli che amo di più, l'ho trovato davvero originale e i protagonisti, Kai e Cinder, mi hanno rapito il cuore <3 Ti piacerà anche Scarlet, vedrai;) a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho letto Scarlet, Franci, e mi è piaciuto più di Cinder. :3
      Non vedo l'ora di poter leggere Cress!! *_*

      Elimina
  3. Non mi convince al 100%, sono molto indecisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, anche a me succede con diversi titoli: mi incuriosiscono ma al contempo c'è qualcosa che non mi convince del tutto a prenderli in mano e a leggerli!
      Ti consiglio di leggere qualche parere di lettori con gusti simili ai tuoi per capire bene se potrebbe piacerti o no. (:

      Elimina
  4. Ho cominciato a leggerlo da poco, ho letto solo i primi due capitoli ma devo dire che mi sta piacendo molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello!! :D
      Aspetto di leggere il tuo parere a fine lettura allora. ^_^

      Elimina
  5. Non convince neanche me.
    I personaggi e la storia che riprendono temi fiabeschi e spunti da "Sailor Moon" (il mio manga preferito) mi attirano molto, ma la mancanza di cura nell'ambientazione mi fa storcere il naso.
    Sono una lettrice alla vecchia maniera e, quando vengo a contatto con un mondo nuovo, ho bisogno che lo scrittore sappia farmi sentire dentro quel mondo.
    Noto sempre di più, invece, che si tende a far sparire l'ambientazione per dare ampio spazio alla trama e ai personaggi, ma allora che senso ha far vivere una storia in un mondo diverso dal nostro, se un mondo vale l'altro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sailor Moon è un qualcosa di unico e insuperabile, su questo non c'è dubbio! ^_^
      Quando si tratta di libri ambientati nel futuro anche a me piace sapere/capire/comprendere/leggere di quello che è successo, come si è arrivati a quella determinata realtà.. in Cinder ci sono un paio di situazioni in cui si parla di ciò che è accaduto ma non sono comunque sufficienti, non sono riuscita a farmi un quadro completo della situazione... non so bene nemmeno come immaginarmi Cinder!
      Se l'autrice fosse stata un pò più accurata e minuziosa ne sarebbe uscito fuori un libro fantastico. A parte questo però la storia mi è piaciuta, non posso negarlo!

      Elimina
    2. Abbiamo proprio gusti simili, Veronica. :)
      Credo che lo leggerò se avrò voglia di leggere, comunque, una bella storia.

      Elimina

Grazie! Risponderò presto al tuo commento. (◠﹏◠✿)