sabato 27 aprile 2013

RECENSIONE: Corner's Church di Matteo Zapparelli

Ultima recensione della settimana. 
Questa volta riguarda il romanzo di un autore che mi ha contattata personalmente per farvi conoscere il suo lavoro, e per questo lo ringrazio sia della copia ebook sia dell'opportunità e della fiducia che mi ha dato. E' stato davvero gentile, disponibile e comprensivo perchè non sono pratica di thriller, quindi spero di riuscire a fare un lavoro accettabile nel recensirlo!


Titolo: Corner's Church
Autore: Matteo Zapparelli
Data di uscita: 23 Novembre 2012
Editore: Narcissus Self Publishing
Pagine: 184
Prezzo: € 2.49
Solo in formato ebook
Alex Snyder, detto il Biondo, è un agente federale la cui unica ossessione è quella di trovare e ammazzare con le proprie mani un pericoloso serial killer, soprannominato Serpe, che ha ucciso il suo più caro amico e collega Bob.
Il Biondo è un uomo malato, al quale un grave tumore al cervello ha concesso al massimo un paio d'anni. La sua vita non ha più alcun valore. Pur di trovare Serpe è disposto a tutto, scendendo a qualsiasi compromesso. Seguendo le tracce dell'assassino il Biondo giunge a Corner's Church, una minuscola cittadina del Colorado, dove stringe un patto con il vicesceriffo Benson, un uomo arrivista e svogliato, il cui unico interesse è concludere la carriera in bellezza. Tenendo nascosto il caso all'FBI, Benson spera di prendersi tutti i meriti, lasciando al Biondo la sua personale vendetta. E' un gioco perverso, quello di Serpe, ma è un gioco nel quale solo il Biondo è protagonista...

My rolling thought
Alex Snyder è qui per una questione tutta sua. E' un uomo che ha visto abbastanza da non poter più fare marcia indietro, glielo si legge negli occhi.
Vorrei iniziare questa recensione ribadendo il fatto che non sono una lettrice di thriller; chiedo perdono dunque a tutti coloro appassionati di questo genere o che comunque ne sanno più di me se questa recensione potrebbe sembrare ai loro occhi troppo ingenua o altro. E' semplicemente l'umile punto di vista di una lettrice che per qualche ora si è addentrata in un genere tutto nuovo per evadere dalle solite letture che ama tanto.
Detto questo, passo ad illustrarvi con piacere il contenuto del libro d'esordio di Matteo Zapparelli, un giovane autore veronese che ha scelto di esordire con un thriller dalle tinte oscure e misteriose intitolato Corner's Church.
Corner's Church è una piccola e tranquilla cittadina americana in cui la criminalità viene controllata e punita dal vicesceriffo Benson, un uomo ormai vicino alla pensione che non vede l'ora di concludere i suoi anni di servizio nel migliore dei modi. Ma la quiete della cittadina viene messa a dura prova dall'arrivo in città di Alex Snyder - detto il Biondo -, un agente federale sulle tracce di un pericoloso serial killer chiamato Serpe. Di questo pericoloso assassino non si conosce nulla, neanche il volto, tanto meno la motivazione che lo spinge ad uccidere nei modi più violenti e crudeli donne di qualunque età senza alcuna distinzione. Il Biondo è sulle sue tracce, deciso a catturarlo e ad ucciderlo con le sue stesse mani a qualunque costo. D'altronde non ha niente da perdere: il suo migliore amico Bob è morto e gli è stato diagnosticato un cancro al cervello inoperabile che lo sta portando lentamente ma inesorabilmente alla morte. Come in un gioco violento e perverso, Serpe inizia a mietere le sue prime vittime, e sui  luoghi dei delitti lascia degli indizi scritti con il loro stesso sangue a il Biondo per fargli intuire le sue prossime mosse. Ma il tempo stringe. L'intricato filo che lega il Biondo, Serpe e le vittime deve essere sciolto al più presto, e solo Alex è in grado di farlo.
La trama di Corner's Church si rivela pian piano: inizia in sordina e poco alla volta si viene catturati dalle sue pagine, in un crescendo si suspance e tensione che trova il culmine nelle sue ultime pagine. La storia è narrata con semplicità, la trama è ben costruita e il punto di vista prende in esame tutti i personaggi coinvolti nelle vicende. Infatti, il punto forte di questo romanzo sono proprio quest'ultimi, i personaggi: non solo Alex, che a prima vista potrebbe sembrare il protagonista indiscusso, ma anche tutti gli altri. In poche righe ci vengono narrate le vicende e la vita di ognuno, delle vittime, degli abitanti di Corner's Church, e questo non fa altro che renderceli conosciuti, vicini. Ma un posto privilegiato è comunque riservato a il Biondo e a Serpe. La psicologia del Biondo è ben delineata, veniamo sommersi dai suoi pensieri e dagli obiettivi che si è prefissato, la sua ossessione è talmente forte che deve raggiungere a tutti i costi il suo desiderio di vendetta. Perchè quella del Biondo non è altro che un desiderio di vendetta che corrode l'anima e che fa perdere di vista le cose più essenziali della vita, annebbia la vista e la mente, con le sue spire oscure e nebbiose. Serpe invece è un killer spietato, controverso, criptico, non trova piacere nell'uccidere le sue vittime in quanto la sua si rivela essere una missione, ed anche lui è disposto a tutto per portarla a compimento. Tra il killer e il Biondo si instaura una relazione di reciproca ossessione, si danno la caccia e si inseguono a vicenda, e alla fine scontrano. Il finale porterà alla luce le vere intenzioni di Serpe e l'animo irrequieto del Biondo verrà soddisfatto.
Di questo finale avrei diverse cose da dire, ma ho deciso di non trattarlo in quanto non vorrei rovinare nulla a nessuno. Dico solo che mi è piaciuto molto, totalmente inaspettato ma adatto alla storia. Mi ha un pò ricordato un film che ho visto l'estate scorsa, Secret Window (con il mio amato Johnny D. ), tratto dal racconto di Stephen King Finestra segreta, giardino segreto
In conclusione, ho deciso di assegnare a Corner's Church tre stelline. E' un giudizio puramente indicativo perchè non ho un altro termine di paragone con cui confrontare questo romanzo. Mi è piaciuto, e vi ho trovato tutte quelle cose che mi vengono in mente pensando ad un thriller (protagonista vs antagonista, una trama con un mistero da risolvere, purtroppo morti innocenti, azioni realistiche, desiderio di giustizia e convolgimento morale).
Mi sento di sconsigliare però questo romanzo a chi è facilmente impressionabile: le morti ci sono, e a volte sono anche descritte in modo abbastanza dettagliato e spiacevole.
Per il resto, se siete in cerca di thriller potete provare con questo titolo.


★ ★ ★ ☆ ☆
Good. :)

L'autore: MATTEO ZAPPARELLI

Matteo Zapparelli è nato e cresciuto a Verona. Si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano. Accanito lettore fin da giovanissimo e appassionato di letteratura americana, apprezza scrittori e generi letterari tra loro diversissimi. Scrive fin da ragazzo: suoi racconti e poesie sono stati pubblicati su riviste cartacee e online, e alcuni sono stati finalisti di premi letterari. Da anni collabora con singoli autori e case editrici in qualità di editor freelance, e nel 2011 ha dato vita a BooksDreamer Literary Agency, agenzia letteraria e service editoriale.
Sito: click.

6 commenti:

  1. Ciao!

    Innanzitutto devo farti i miei complimenti per il blog... è davvero bellissimo! Ho preso anche qualche spunto per migliorare il mio (se la cosa non ti dispiace!). ^^
    Sono certa che andremo d'accordo, vedo che leggi libri molto interessanti e molto vicini ai miei gusti letterari!
    Ad esempio, non conoscevo affatto questo romanzo che hai appena recensito però, nonostante tutto, mi ha leggermente incuriosito...

    Al prossimo commentino, allora. Piacere di averti "conosciuta"!

    Dal blog l'arte delle parole: http://laura-bf-world.blogspot.it/

    Un bacio!

    ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh ma grazie. *-* Mi fa piacere che il mio blog ti piaccia, e che tu abbia addirittura preso spunto da qualcosa!
      Mi sono unita al tuo blog ieri ma non ho lasciato nessun commento perchè andavo di fretta e non volevo perderlo; mi piace molto e devo ancora spulciarlo per benino. :3
      A presto. :*

      Elimina
  2. Ti ringrazio, Veronica, per la bella recensione che hai riservato al mio romanzo. Davvero professionale e precisa! Ti auguro una buona serata.

    A presto,
    Matteo Z.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma prego, è stato un piacere. ^_^
      Veronica

      Elimina
  3. Ti ho ritrovataaaaaa!!! :D Per caso hai cambiato l'url del blog di recente?! :P Non trovavo più l'indirizzo! Sono una pasticciona!! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soph siii, ho cambiato indirizzo ed ho combinato un pasticcio!!! Pensavo fosse più semplice, ma mi sono accorta che gli aggiornamenti in "bacheca" non compaiono più e e se ci si collega dai vecchi post blogger da il blog cancellato. D:

      Elimina

Grazie! Risponderò presto al tuo commento. (◠﹏◠✿)