domenica 15 luglio 2012

RECENSIONE: Shades, Jack lo Squartatore è tornato... di Maureen Johnson



Titolo: Shades, Jack lo Squartatore è tornato...
Titolo originale: The name of the star
Autore: Maureen Johnson
Data di uscita26 Giugno 2012
Editore: Mondadori Chrysalide
Pagine: 396
Prezzo€ 16,00
Non poteva tenere per sè quello che aveva visto. Sarebbe impazzita. Quello in cui Rory Deveaux arriva a Londra dalla Louisiana è un giorno memorabile. Per Rory è l'inizio di una nuova vita in un collegio privato della capitale inglese. Ma molti se ne ricorderanno a causa di una serie di brutali omicidi avvenuti in tutta la città, assassinii raccapriccianti che riproducono gli efferati crimini commessi da Jack lo Squartatore oltre un secolo prima, nell'autuno 1888. Basta poco perchè la "Squartatore-mania" si diffonda, ma la polizia ha in mano solo pochi indizi e nessun testimone. Tranne uno. Rory ha intravisto sul luogo del delitto l'uomo che la polizia considera il principale sospettato. Ma è l'unica. Neppure la sua compagna di stanza, che era con lei in quel momento, ha notato l'uomo misterioso. Perchè solo Rory può vederlo? E, questione assai più importante, che cos'ha in mente di farle, costui? In questo thriller mozzafiato, in una commistione di suspense, umorismo e romanticismo, Rory scoprirà che esistono ombre pericolose che non scompaiono con la luce del giorno...

My rolling thought


La storia ruota attorna alla giovane Aurora - Rory - Deveaux, una ragazza americana che ha scelto di frequentare l'ultimo anno del liceo a Wexford, un collegio inglese situato nella città di Londra. Rory non vede l'ora di partire e frequentare questo prestigioso college, piena di aspettative e di buoni propositi. Passa i primi giorni ad ambientarsi e a comprendere le dinamiche di sopravvivenza nel collegio, grazie anche all'aiuto della sua nuova compagna di stanza Jazza, dell'affascinante Jerome e di uno strano ragazzo di nome Alistair che se ne sta sempre in biblioteca a leggere al buio.
Ma subito una serie di strani omicidi inizia a scuotere la capitale inglese: donne vengono ritrovate con la gola tagliata e con gli organi interni riposizionati, così come operò più di cent'anni prima Jack Lo Squartatore. Nemmeno l'efficente sistema di telecamere sparse per tutta la città è riuscito a riprendere l'assassino: sui luoghi del delitto compaiono solo le vittime che cadono a terra esanime e il luccichio di un coltello che le colpisce mortalmente.
Il college che frequenta Rory si trova proprio nei pressi dei luoghi degli omicidi e subito vengono prese misure di sicurezza per tenere al sicuro gli studenti. La sera del 30 Settembre però (ricordata da tutti per il doppio omicidio) Jerome riesce a convincere Rory e Jazza ad uscire di nasconsto dal loro dormitorio e a salire sul tetto di quello maschile per assistere in diretta alle gesta del nuovo Jack. Nulla però sembra verificarsi, e le due ragazze ritornano nella loro stanza tagliando per la strada principale e nascondendosi tra alberi e cespugli. Proprio nel momento in cui raggiungono il dormitorio, Rory farà la conoscenza di uno strano uomo che subito si dilegua tra le ombre della notte...

Le vicende di Jack The Ripper è senza dubbio una di quelle che appassiona, anche a distanza di anni, milioni e milioni di persone.
Ma perchè? Forse per l'alone di mistero che circonda la sua figura, ancora oggi rimasta all'oscuro così come il motivo dei suoi efferati omicidi. Jack The Ripper uccise nell'autunno del 1888 cinque prostitute nel degradato quartiere di Whitechapel senza apparente motivo, e rappresenta tutti gli assassini che sono sfuggiti alla legge, che sono riusciti a farla franca; ma soprattutto lui è stato il primo che abbia ucciso senza un motivo, per divertimento o magari era solo un pazzo.
Io iniziai ad interessarmi di questa figura quando vidi per la prima volta il film La vera storia di Jack lo Squartatore, uscito nel 2001 e con Johnny Depp ♥ nella parte dell' ispettore Frederick Abberline (se non l'avete visto ve lo consiglio).
Quindi Shades - Jack lo Squartatore è tornato... ha subito attirato la mia curiosità, e non appena ho potuto l'ho comprato e l'ho letto.
Shades ha un inizio abbastanza lento ma molto accurato nelle descrizioni: la Johnson infatti utilizza le prime 150 pagine circa per descrivere accuratamente il dormitorio e i vicoli di Londra, tutto in un modo così realistico e coinvolgente che anche il lettore sembra ripercorrere quegli stessi corridoi e quelle stesse strade. Confesso di essermi innamorata di Wexford: è un luogo da sogno, e mi sarebbe piaciuto tantissimo frequentare una scuola del genere, con quella stupenda biblioteca. Londra poi è una città magnifica, e l'autrice riesce a descriverla molto accuratamente perfino nei meandri più bui e oscuri. Più volte ho lanciato qualche sguardo sospettoso per la stanza per verificare che fosse tutto in ordine (da qualche tempo infatti ho preso l'abitudine di leggere di notte, fino alle 2 circa): la Johnson è riuscita a spaventarmi in qualche occasione.
Dopo la parte introduttiva e descrittiva inizia a muoversi qualcosa: entrano in scena nuovi personaggi (Boo, Callum Stephen) e la narrazione, seppur rimanendo lenta, procede. Si cerca di scoprire la vera identità dello Squartatore e il perchè agisce in questo modo.
Mmm... la cosa che mi ha dato un pò fastidio è stata il dover inserire a tutti i costi una parte romance: le scene tra Rory e ... (scopritelo leggendo il libro) mi sono parse abbastanza forzate, senza senso. Se la Johnson avesse elaborato meglio questa parte (o la avesse eliminata del tutto) forse il libro sarebbe stato... non dico perfetto, ma un tantino megliore. Così come il finale: verso le ultime pagine sembra che tutto vada a collocarsi al proprio posto, ma alla fine la trama subisce una brusca svolta, e il finale rimane aperto.
Non so cosa aspettarmi dal seguito, visto che in questo primo libro tutto viene incentrato sulla figura di Jack The Ripper... ho paura che da un'idea così originale ne venga fuori qualcosa di scontato e banale, come un Ghostbusters in versione YoungAdult.

4 commenti:

  1. 150 pagg di descrizioni... ti dirò non è che proprio mi esaltino...ma se poi le acque si smuovono.. allora ok, posso farcela! XD
    Comunque, sembra interessante, credo che finirà nelle mie mani (portafoglio permettendo) presto o tardi! ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La trama in sè è interessante... quello che mi spaventa è il continuo.
      Sono curiosa di sapere cosa ne penserai. (:

      Elimina
  2. Ciao Veronica, ma che blog carino! Adoro le storie di Jack lo squartatore, ma i commenti sono stati tutti abbastanza tiepidi, sono in vena di romanzi un po' più d'effetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, ti ringrazio per i complimenti. *-*
      In realtà non trovo Shades così malvagio, il problema è che non so cosa aspettarmi dal seguito! Se Jack Lo Squartatore è stato un buon "diversivo" in questo primo libro per far scoprire alla protagonista le sue capacità, non so cosa si inventerà la Johnson per continuare più o meno sulla stessa linea!

      Elimina

Ti ringrazio per il tuo pensiero. ♡