lunedì 2 luglio 2012

RECENSIONE: Delirium di Lauren Oliver

Delirium
Delirium di Lauren Oliver

Editore: Piemme Freeway (22 Marzo 2011)
Pagine: 383
Prezzo€ 18,00
Mi chiamo Lena e sono una ragazza come tante. Tra tre mesi, il giorno del mio diciottesimo compleanno, potrò smettere di preoccuparmi: verrò curata e non rischierò più di innamorarmi. Dicono che tanto tempo fa l'amore portasse alla follia, al delirio, alla guerra. E alla morte, come è successo alla mia mamma. Per fortuna però gli scienziati trovarono una cura e l'amore venne sconfitto. Tra tre mesi sarò al sicuro, questo Ë quello che mi hanno insegnato. Questo è quello che mi hanno promesso e che io desideravo. Poi ho incontrato Alex ed è tutto cambiato. L'amore mi ha infettata.





My rolling thought
Io non sono niente di speciale. Sono soltanto una ragazza. Sono alta un metro e cinquantotto e sono mediocre in tutti i sensi. Però ho un segreto. Potete costruire muri, su su fino al cielo e io troverò il modo di superarli. Potete cercare di tenermi ferma con centomila braccia, ma troverò il modo di resistere.Ti amo. Ricordatelo. Questo non possono portarcelo via.

Nel mondo di Lena l'amore è una malattia, il delirium amoris nervosumPerchè l'amore è la più mortale tra le cose mortali: ti uccide sia quando ce l'hai che quando non ce l'hai. E Lena lo sa bene.
Nel corso degli anni gruppi di scienziati e studiosi sono riusciti a trovare una cura per il delirium, da somministrare a tutti i ragazzi e a tutte le ragazze al compimento del diciottesimo anno di età. Fino ad allora i contatti fra ragazzi e ragazze sono ridotti al minimo: frequentano scuole separate, non possono uscire insieme né tanto meno frequentare feste.
E a Lena va bene così. E' sempre andato bene così, e non vede l'ora di sottoporsi alla cura. Fra tre mesi sarà tutto perfetto: verrà curata, andrà all'Università e sposerà il ragazzo che le è stato assegnato. Non ci sarà più spazio per le amiche, per il dolore, per i sogni. Non ci sarà spazio per l'amore. E Lena conta disperatamente i giorno che mancano al fatidico evento.
Lena è sempre stata ubbidiente. Lena ha sempre rispettato le regole. Lena non ha mai infranto il coprifuoco. Lena non ha mai risposto male. Tutto il contrario della sua amica Hana, sempre alla ricerca dell'ennesima regola da violare e alla prossima festa segreta a cui partecipare. Hana è sempre alla ricerca dell'ennesima opportunità per poter fuggire almeno per qualche ora da quel mondo che la soffoca e che la opprime.
Hana vorrebbe che anche Lena la accompagnasse nelle sue folli avventure. Ma Lena non può. Perché Lena è anche quella strana, quella che non vale niente, quella che vive con la zia e le cugine, quella che ha una famiglia sfasciata, quella la cui madre si è suicidata per il delirium.
Lena è quella infettata.
Ma poi Lena incontra Alex e qualcosa più forte di lei si impossessa del suo corpo, del suo cuore. La sua visione del mondo cambia, fino a preferire di venire infettata dall'amore anche solo per un secondo piuttosto che vivere cent'anni soffocata da una bugia. Perchè Alex è così dolce con lei che la fa sentire bene e bella come non mai. Perché Alex le mostra delle verità che tutti hanno sempre cercato di tenerle nascoste... ed ha inizio così la corsa di Lena contro il tempo.
.

Vi siete mai innamorati? Bè... penso di si.
Io no. O non ancora. Potrebbe succedere... come non potrebbe mai succedere. Ma questo ultimo pensiero è troppo triste quindi mi piace pensare che un giorno o l'altro accadrà anche a me, e il mio cuore batterà così forte da uscirmi letteralmente di fuori.
Avete sentito il vostro cuore battere come non mai nel vostro petto? Avete mai sentito le famose farfalle nello stomaco? Vi siente mai sentiti così felici da toccare il cielo con un dito e l'attimo immediatamente dopo avere il morale sotto i piedi? O di non riuscire a separarvi nemmeno per un secondo dalla vostra persona speciale? Allora siete stati infettati. E non potete più tornare indietro.
Delirium è un libro formidabile. Lauren Oliver ha preso un tema "cantato" da sempre come l'amore ed è riuscita a creare qualcosa di unico, di nuovo, perché l'amore è pensato come una malattia che porta alla distruzione, alla follia, al delirio. L'amore è una malattia da debellare, di cui nella vita si può fare a meno. L'amore non è indispensabile. L'amore fa paura.
Anche se per certi aspetti mi ha ricordato un po' Matched di Ally Condie, ho cercato di togliermi dalla testa tutti i pregiudizi e di godermi la lettura in ogni singola riga. Penso che lo stesso sarebbe sicuramente accaduto se avessi letto prima Delirium.
In Delirium ci sono moltissimi paragrafi che mi hanno emozionata per la loro poeticità, delicatezza e tristezza. Come quando Lena rievoca nella sua mente i ricordi che ha di sua madre: bella, non curata ed infettata. Innamorata. E di come infrangesse quelle piccole regole per portare un pò di felicità nella sua vita e in quella delle figlie, come cantare e ballare di nascosto dopo l'ora del coprifuoco, sigillando porte e finestre per non farsi scoprire dai regolatori o dai vicini. Lena ricorda le ultime parole che sua madre le ha sussurrato, di notte, prima di gettarsi in mare: Ti amo. Ricordatelo. Questo non possono portarcelo via. Semplici parole proibite, che forse celano un significato più profondo, come una promessa.
E poi ci sono gli incontri segreti di Lena con Alex. Ogni volta che leggevo dei lori incontri mi trovavo a pensare "Non fatevi beccare, non fatevi beccare!" L'amore di Lena e Alex cresce piano piano, giorno dopo giorno, attraverso il susseguirsi di semplici episodi che tutti hanno sperimentato almeno una volta nella loro vita. Un amore dolce e bello, ma purtroppo proibito.
Le ultime pagine di Delirium sono un qualcosa di assurdo. La Oliver è stata veramente cattiva, o veramente ingegnosa... perché ti lascia con mille domande in testa, e tu non puoi far altro che aspettare di leggere Pandemonium.

7 commenti:

  1. Una recensione molto sentita, mi è piaciuta :)

    "Delirium" fa parte dell'immensa lista di libri che mi piacerebbe leggere presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille. *-*
      Di solito cerco di non dare consigli per quanto riguarda i libri perchè poi mi sentirei in colpa se la lettura non è piaciuta. Però se la mia recensione ti è stata d'aiuto mi fa piacere. (:

      Elimina
  2. Okay, dopo una recensione del genere come si fa a non volerlo leggere?!?!?!?!?!???!?!?!?!?!??!?!?!?!?!?!?!?!?!?!??!?!??!?!?!?!?!?!?!? Bravissima Veronica!
    P.S. Nemmeno io mi sono ancora innamorata, che possiamo farci? Dicono che prima o poi succederà, perciò... aspettiamo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così mi fai arrossire >///< sei troppo gentile!
      Certo, prima o poi succederà. (;

      Elimina
  3. Bellissimo, mi ha strappato il cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, è un libro meraviglioso. *-*

      Elimina

Grazie! Risponderò presto al tuo commento. (◠﹏◠✿)