sabato 7 aprile 2012

RECENSIONE: Switched, Il segreto del regno perduto di Amanda Hocking

Titolo: Switched, Il segreto del regno perduto
Titolo originaleSwitched
Autore: Amanda Hocking
Data di uscita19 Gennaio 2012
Editore: Fazi Editore
Pagine: 279
Prezzo€ 9,90
Wendy Everly ha diciassette anni e un carattere insolitamente difficile. Vive con il fratello e la zia in una piccola, noiosa cittadina di provincia. La madre è ricoverata in una clinica psichiatrica, da quando ha tentato di ucciderla il giorno del suo sesto compleanno. È stato allora che Wendy le ha sentito pronunciare per la prima volta un'accusa terribile: di avere in qualche modo preso, alla nascita, il posto del suo vero figlio. Adesso le giornate di Wendy trascorrono pigre, tra un liceo dove non s'impara nulla di davvero eccitante e una vita sociale e familiare prevedibile e monotona, quando va bene. Wendy sa di essere diversa dalle altre ragazze, ha scoperto di possedere un potere oscuro che le permette di influenzare le decisioni altrui, un potere segreto che non può rivelare a nessuno e di cui lei non può ricordare l'origine. A offrirle una inquietante risposta sarà Finn, un affascinante ragazzo da poco in città che si manifesta una notte alla finestra della sua stanza. È infatti lui che le rivelerà la sua vera identità di changeling e le dischiuderà le porte di un mondo attraente e sconosciuto, duro e sconvolgente, e dove la magia è di casa. Un mondo percorso da insidie cui Wendy scopre dolorosamente di appartenere, e dove le è riservato un destino più grande di quanto lei possa immaginare.

My rolling thought

Finalmente sono riuscita a finire questo libro che non vedevo l'ora di leggere. *-*
Switched è il primo volume della trilogia Trylle scritta da Amanda Hocking, ventisettenne del Minnesota che, dopo essersi vista chiudere numerose porte in faccia, si è rimboccata le maniche e ha deciso di autoprodursi su Amazon. Mai scelta fu più saggia, infatti il passaparola dei lettori l'ha fatta vendere oltre due milioni di copie.
Dopo essere venuta a conoscenza di questa 'travagliata' storia editoriale mi sono detta "non puoi assolutamente perdere questo libro".
La Hocking con il suo stile di scrittura giovanile, scorrevole e molto incisivo, ci trasporta nel mondo dei Trylle, ovvero quelli che comunemente chiamamo 'troll'. Ma non aspettatevi omini verdi, pelosi e brutti, ma persone uguali a tutte le altre (forse con in più una sfumatura verdognola e con una naturale predisposizione a camminare a piedi nudi) e che si mescolano con esse.
Wendy, la protagonista, non sa di essere una di loro e con la zia e l'amato fratello maggiore viaggia di città in città cambiando continuamente scuola, a causa del suo carattere ribelle e impulsivo.
Suo padre è morto e sua madre è ricoverata in uno ospedale psichiatrico in quanto il giorno del suo sesto compleanno tentò di ucciderla, urlandole contro di non essere sua figlia e accusandola di aver ucciso il suo vero figlio. Ma forse non ha tutti i torti.
L'incontro con Finn, un misterioso ragazzo che continua insistentemente a fissarla, la porterà a far chiarezza sulla sua natura e su chi è veramente.
Oltre allo stile di scrittura della Hocking, Switched ha un altro punto a suo favore, ovvero l'avere un' anti-eroina: Wendy è una ragazza piena di difetti, ostinata, ribelle e in alcune scene drammatica, e questo la differenzia da tutte le altre protagoniste del paranormal-romance. Lo si capisce da come affronta la prima volta Finn e da come tiene testa a Elora, non curandosi di dover rispettare una serie di buone maniere che in quanto principessa deve sempre osservare. Si, Wendy mi piace proprio.
Un'altra trovata che mi è piaciuta (seppur poco approfondita ma importante per lo svolgersi delle vicende di questo primo volume) è la capacità di Elora di saper dipingere episodi del futuro senza però sapere quando effettivamente si realizzeranno.
Anche come è stato trattato l'argomento amoroso mi è piaciuto proprio tanto: all'inizio Wendy odia Finn, alla fine Wendy ama Finn, e se ne rende conto nel momento in cui lui è costretto ad andare via. Potrà sembrare banale, ma è proprio grazie alla caratterizzazione di Wendy di essere un personaggio fuori dal comune a renderlo interessante.
Uniche pecche: ho trovato la storia troppo veloce sotto alcuni punti di vista, forse alcuni elementi potevano essere approfonditi meglio in questo volume; anche il fatto di  rimandare continuamente le spiegazioni nei riguardi della natura di alcuni personaggi o di alcune meccanismi della società Trylle mi ha infastidita un pò.
Nonostante questo aspetto il secondo volume.

2 commenti:

  1. Il 22 giugno esce Torn, non vedo l'ora! Sono propio curiosa di scoprire cosa succederà. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto, ho letto. *-*
      Non pensavo uscisse così presto... beh meglio così, odio aspettare. u.ù
      Adoro Wendy. ♥

      Elimina

Grazie! Risponderò presto al tuo commento. (◠﹏◠✿)