venerdì 28 luglio 2017

MID YEAR BOOK FREAK OUT TAG

Ciao a tutti!
Questo è l’ultimo post prima della chiusura estiva del blog. She was in Wonderland infatti si fermerà per tutto il mese di Agosto, la regolare pubblicazione ogni martedì e venerdì riprenderà a Settembre.
Cosa farò durante tutto questo tempo? Ovviamente leggerò tutti i libri che non ho potuto leggere a causa dello studio e poi, come avevo anticipato due post fa, ne approfitterò per fare mente locale e per valutare l’andamento del blog dalla sua riapertura ad ora, per pensare a nuovi post e nuovi progetti.
Per salutarvi in modo simpatico, ho trovato questo tag molto carino (ma con un titolo spaventoso da pronunciare!) per ricapitolare le mie letture dall’inizio dell’anno fino ad oggi.


Il miglior libro che hai letto finora • Sento di voler nominare come miglior libro letto finora Nel profondo della foresta di Holly Black, che poi è anche una delle mie ultimissime letture. Holly Black è stata una dei primissimi autori (se non la prima in assoluto) a cui mi sono avvicinata per quanto riguarda le storie che parlano del Piccolo Popolo. Quando Holly Black scrive di fate, folletti, gnomi, elfi, ecc., non la batte nessuno, è un argomento che si vede ama molto e in cui mette tutta se stessa. Nel profondo della foresta è la summa di tutti i suoi lavori sulla Brava Gente. Ho adorato la storia, il modo in cui l’ha raccontata, i personaggi, il ribaltamento dei ruoli e l’epilogo (che vorrei citarvi, ma non posso).

Il miglior seguitoThe Midnight Star di Marie Lu, miglior seguito e miglior conclusione di serie letta fino ad adesso. Non capisco perché questa seconda serie di Marie Lu non riesca a far breccia nei cuori dei lettori come invece ci è riuscita la trilogia di Legend, io addirittura la preferisco! È una serie fantasy originale e oscura, con una protagonista — Adelina — molto complessa, (l’antagonista di se stessa) e un cast di personaggi nutrito e variegato. Amo questa serie. Leggetela e amatela anche voi. ಥ⌣ಥ

Una nuova uscita che non hai ancora letto • Non sono ancora riuscita a leggere Our Dark Duet di V.E. Schwab, secondo e ultimo libro della duologia Monsters of Verity. Ma ce la farò, ne sono sicura! V.E. Schwab mi piace tantissimo, le ho dedicato un intero post QUI, e sicuramente leggerò anche gli altri suoi libri che mi mancano, pian pianino, cominciando da The Near Witch, che mi attira non so descrivervi quanto.

L’uscita che aspetti di più nella seconda parte del 2017All the Crooked Saint di Maggie Stiefvater. E con questo ho detto tutto, non c’è bisogno che aggiunga altro. QUI per la trama.

La delusione più grande • Ho letto molti bei libri, alcuni delle vere e proprie sorprese e piccole perle, ma ho anche letto libri che mi hanno delusa. Posso citarne tre, perché la delusione è stata così grande quanto inaspettata — mi sono sentita abbastanza tradita, in effetti. Inizierei con American Gods di Neil Gaiman, libro che ho provato a leggere per ben quattro volte nell’arco di un anno. Neil Gaiman è uno dei miei autori preferiti, è versatile e ha una grandissima fantasia, ma American Gods non mi è piaciuto, non mi ha catturato e non mi ha colpito. L’ho trovato lento, noioso e soporifero, seppur l’idea di base mi piaccia molto. Ho intenzione di guardare comunque la serie tv, per vedere se avrà lo stesso effetto su di me. La seconda delusione è stata Carve the Mark di Veronica Roth, un libro per me brutto su cui non ho intenzione di dilungarmi adesso perché potete trovare QUI il mio pensiero per estero. L’ultimo libro è Tatiana & Alexander di Paullina Simmons, secondo libro della trilogia The Bronze Horseman. In realtà non si tratta di una vera e propria delusione ma, più leggevo, più mi rendevo conto che di Tatiana e Alexander, in fondo, non mi interessava poi granché. Direi che in questo caso la delusione sono stata io, perché il primo libro mi era piaciuto molto e facevo il tifo per loro due.

La sorpresa più grandeL’orologiaio di Filligree Street di Natasha Pulley. Libro a me del tutto sconosciuto, pubblicato dalla casa editrice senza un minimo di pubblicità, ma per fortuna a Mare di Libri è stata invitata l'autrice, così ho potuto scoprirlo, leggerlo, e incontrare e “intervistare” Natasha Pulley. Si tratta di un libro interessante, molto curato e intelligente. Per saperne di più, QUI c’è una mia piccola recensione, QUI il riassunto dell’incontro con l’autrice e QUI la sua intervista.

Il tuo nuovo autore preferito • Aidan Chambers aveva i minuti contati, volevo leggere qualcosa di suo da troppo tempo e, sempre grazie a Mare di Libri, quest’anno mi sono finalmente decisa. È una persona splendida, colta, intelligente, simpatica, disponibile, uno dei più bravi scrittori che parla di ragazzi ai ragazzi in circolazione. Sempre QUI potete trovare il link alla diretta del suo incontro, vi consiglio ancora una volta di andare a vederla per comprendere quanto sia straordinario e perché dovete leggere i suoi libri.


Una nuova crush letteraria • Questa richiesta mi ha fatto sorridere perché non credo di avere (più) delle crush letterarie. Mi spiego meglio: non sento di essere più in quella fase della mia vita in cui mi ritrovo a “fangirlare” o avere “crush” per questo o per quel personaggio. Certo, aspetto ancora con impazienza i libri dei miei autori preferiti e mi affeziono ancora a determinati personaggi femminili, maschili o animali in modo particolare, ma “fangirl” e “crush” sono due concetti/termini che non mi accompagnano più nella mia vita da lettrice. Spero che ciò abbia senso. ᕙ(⇀‸↼‶)ᕗ
Comunque sia, uno degli ultimi personaggi che mi ha colpito di più è Mr Charles Maxim da Sophie sui tetti di Parigi di Katherine Rundell. È un personaggio eccentrico, fuori da ogni schema! Se volete conoscerlo, QUI c’è il commento al libro, QUI il resoconto dell’incontro dell’autrice e QUI la sua intervista.

Un nuovo personaggio preferito • Qui imbroglio e ne cito tre perché non potrei mai e poi mai sceglierne una tra di loro! Virginia Calpurnia Tate da L’evoluzione di Calpurnia di Jacqueline Kelly, Sally Lockhart da Il rubino di fumo di Philip Pullman e Anna Shirley da Anna dai capelli rossi di Lucy Maud Montgomery. Le prime due provengono da libri che mi hanno molto sorpreso e che ho letto per la prima volta quest’anno dopo tanto che li avevo in libreria, mi sono subito affezionata a loro e alle loro storie tant’è che ho recuperato immediatamente i seguiti. Anna Shirley è una mia vecchia conoscenza e si è riconfermata uno dei miei personaggi preferiti. Ho letto Anna dai capelli rossi quando ero più piccola; il mese scorso ho visto la serie tv che ho adorato talmente tanto che ho deciso di rileggere il primo libro. (Vi parlerò di Anne with an E alla riapertura del blog!) QUI potete trovare la recensione a L’evoluzione di Calpurnia e QUI un piccolo post in cui vi parlo delle mie eroine letterarie preferite (che dovrebbe essere aggiornato, ci penserò sempre alla riapertura del blog!).

Un libro che ti ha fatto piangere • Non sono una persona senza cuore, ma non piango mai quando leggo. Mi prende il magone, certo, ma non mi succede di versare lacrime come invece mi capita vedendo un film o una serie tv, in cui c’è l’impatto visivo. Uno dei libri per cui ho metaforicamente pianto è Questo è tutto di Aidan Chambers. Non mi aspettavo un finale del genere e mi ha praticamente distrutto. XD QUI per saperne di più.

Un libro che ti ha reso felice • Leggere delle avventure di Hilda di Luke Pearson mi rende sempre felice. Hilda è una bambina dalla chioma azzurra che vive insieme alla sua mamma tra le montagne, circondata dalla natura e dalle creature fantastiche e bizzarre con le quali entra costantemente in contatto. Dai fumetti è in corso di realizzazione una serie animata che dovrebbe uscire l’anno prossimo per Netflix, io ve li consiglio!

L’adattamento cinematografico migliore che hai visto quest’anno • Ho visto un paio di adattamenti cinematografici in questa prima parte dell’anno e quello che mi ha colpito di più, e di cui ho letto anche il libro, è Le vergini suicide, libro di Jeffrey Eugenides e film di Sofia Coppola. È un adattamento fatto davvero molto bene, Sofia Coppola è stata eccellente nel ricreare le atmosfere del libro. Ne ho già parlato QUI, in un post dedicato interamente a Sofia Coppola, se siete interessati.

La tua recensione preferita che hai scritto quest’anno • Per questa richiesta vorrei parlare in generale di tutti i post che ho scritto e non concentrarmi su una recensione in particolare. Dalla riapertura del blog, il mio proposito è stato quello di provare a scrivere post personali, originali, interessanti e in un certo senso anche diversi dai consueti post che, in primis, avevo scritto in precedenza io stessa. Non so se fino ad adesso sono stata sul serio originale e/o interessante, questo non posso valutarlo da me e dirlo io, ma vi posso assicurare che trovare ogni volta un nuovo argomento di discussione o presentare libri da un punto di vista diverso dal solito è stata una sfida, ma una sfida stimolante. Mi piacciono i post che ho proposto, spero che siano piaciuti anche voi, che vi siano stati utili e che vi abbiano intrattenuto (fatemelo sapere, per favore >///<). Vorrei continuare su questa linea — e mi prendo una pausa soprattutto per raccogliere le idee. XD

Il libro più bello che hai comprato finora • Oh, Francis di Loputyn, assolutamente! È un volume fisicamente stupendo, con colori e disegni che fanno letteralmente uscire gli occhi fuori dalle orbite. La storia è particolare e anche qui siamo alle prese con una protagonista molto complessa. QUI c’è il mio commento, insieme a quello dell’artbook.

I libri che hai intenzione di rileggere prima della fine dell’anno • Ho promesso alla mia amica Valy (Sparkle from Books) che avrei riletto la serie Throne of Glass di Sarah j. Maas (e A Court of Wings and Ruin). Lei è presissima da Throne of Glass e dalla Maas, e anche a me piace molto questa serie e questa autrice, ma io ho una memoria i n e s i s t e n t e. Quando Valy mi parla di quello che ha letto e delle sue teorie, io ricordo (molto) poco e a grandi linee, quindi sì, un bel ripasso in vista dei volumi conclusivi ci vuole.


Non pensavo di scrivere così tanto, eppure è successo! XD Con questo post, credo di aver ricapitolato al meglio non solo questi sette mesi di letture ma anche i mesi di attività del blog  vi ho lasciato molti link utili. Sono curiosa di conoscere le vostre risposte alle domande, quindi non fatevi problemi e scrivetemi pure tutto ciò che volete nei commenti. Io vi saluto e vi ringrazio per avermi letto in questi mesi, CI RILEGGIAMO A SETTEMBRE. ♥︎

2 commenti:

  1. Ciao! Non commento molto spesso, ma mi fa piacere poterti augurare buone vacanze e buone letture! *Am creepy mode on*
    Mi ha incuriosita il nome del tag e lo trovo davvero carino: aiuta a fare un po' il punto della situazione. È perfetto se si ha in programma di staccare la mente. Mi ha colpito molto il tuo commento sulla serie della Lu: io ho comprato il primo libro subito, sull'onda dell'entusiasmo per Legend. Non l'ho ancora letto, ma ho sentito un po' alla lontana commenti non proprio positivi. Tu, invece, mi hai fatto pensare che dovrò rimediare. Thanks!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah, non ti preoccupare se non commenti spesso XD ti ringrazio per le buone vacanze e le buone letture, anche se in ritardo!
      Anche io ho sempre e solo letto commenti negativi per The Young Elites ma per me è un libro - e una serie - molto interessante e "diverso". Continuerò a consigliarlo per tutta la mia vita! XD

      Elimina

Grazie! Risponderò presto al tuo commento. (◠﹏◠✿)