venerdì 8 luglio 2016

☀ SUMMER READINGS: Summer Days & Summer Nights ☀

aloha
Il mese scorso vi ho lasciato QUI un post di suggerimenti letterari interamente incentrato sui libri di Morgan Matson che, secondo me, sono perfetti da leggere durante l'estate perché... sono tutti ambientati in estate! Oggi voglio consigliarvi invece una raccolta di racconti che, tra alti e bassi, mi ha tenuto compagnia durante i giorni appena passati.

Summer Days & Summer Nights
di AA.VV

Pan MacMillan  2 Giugno 2016  384 pagine  12,63 €  ENG
Forse sono le lunghe e pigre giornate oppure è il caldo che rende tutti un po’ più folli. Quale sia la ragione, l’estate è il periodo perfetto per far sbocciare l’amore. Summer Days & Summer Nights: Twelve Love Stories, scritte da dodici autori young adult bestseller e curate dall’autrice bestseller internazionale Stephanie Perkins, ti faranno sognare passeggiate al tramonto sul lago. Quindi prepara la tua sedia a sdraio e afferra i tuoi occhiali da sole. Hai dodici ragioni questa estate per metterti al sole e innamorarti.

My rolling thought

Summer Days & Summer Nights è la raccolta di racconti companion di My True Love Gave to Me a tema estivo. Trovo il concetto alla base di queste due raccolte geniale, l’idea di poter leggere dei racconti che si legano a un determinato periodo dell’anno scritti da autori diversi mi piace davvero, davvero molto e mi fa sentire più in sintonia con il mondo che ho attorno. (Non dimentichiamoci la raccolta a cura di April Genevieve Tucholke, Slasher Girls & Monsters Boy, a tema Halloween!) Si crea un’atmosfera particolare: è come se, uscendo di casa, potessi imbattermi in una di queste coppie di personaggi o vivere io stessa una storia del genere (ahahah, credici Veronica. A me potrebbe capitare solo un racconto a tema Halloween.)
Purtroppo devo esordire dicendo che questa raccolta mi ha deluso un pochettino perché i racconti non hanno avuto una gran presa su di me: ci sono stati dettagli che mi sono piaciuti, ma solo tre storie sono riuscite a colpirmi e a piacermi nella loro interezza. Leggere My True Love Gave to Me è stato bellissimo perché è riuscita a crearsi un'atmosfera magica, in poche parole; tenera, dolce, carina e zuccherosa. In questa nuova raccolta di racconti non ho trovato molta estate, non sono riuscita a percepire i raggi del sole sulla pelle e la sabbia sotto i piedi, a sentire il rumore del mare o ad essere avvolta da quel senso d'infinito che sono un’esclusiva delle sere d'estate (e ve lo dice una persona a cui non piace per niente l’estate, forse ho troppo il cuore di pietra?).
Andando con ordine, vi lascio un piccolo pensiero per ogni racconto.
  • Head, Scales, Tongue, Tail by Leigh Bardugo » 4 stars
Il racconto è ambientato in una piccola località estiva nella quale si tramanda la leggenda di un mitico mostro marino che infesta le acque del lago.
Ho adorato questo racconto per via dell’atmosfera magica e dolceamara che Leigh Bardugo è riuscita a creare con le sue parole. Quando si mette a parlare di magia, leggende e creature mitiche, lei è sempre bravissima e riesce sempre a farsi piacere dalla sottoscritta. Inoltre la storia d’amore tra i due personaggi principali ha i giusti tempi, è dolce e credibile, nonostante il finale in-credibile.
Because that was real life and they were something else.
  • The End of Love by Nina LaCour » 3+ stars
È la storia di una ragazza che sta vivendo un periodo particolarmente difficile della sua vita: i suoi genitori stanno divorziando e non riesce più a stare dentro casa sua, quindi decide di prendere parte ad un corso estivo di matematica nonostante non ne abbia assolutamente bisogno. Qui incontrerà il suo vecchio gruppo di amici.
Racconto a tema LGBT+ che ho trovato molto carino e tenero. La protagonista, grazie al suo gruppo di amici e alla ragazza per la quale ha una cotta, riesce a fare i conti con tutto ciò che di negativo le sta capitando per ripartire da zero. È una storia piena di quel senso di possibilità che solo l’estate sa dare, e il campeggio è stata un’ambientazione più che azzeccata.
But I thought love was supposed to be eternal.
  • Last Stand at the Cinegore by Libba Bray » 2.5 stars
È la notte prima che il vecchio Cinegore Theater venga demolito per fare spazio alla costruzione di un nuovo locale commerciale. L’ultima rappresentazione è una pellicola che si dice sia maledetta.
Questo è un racconto stranissimo! Le premesse sono… creepy!, ma si conclude in un modo abbastanza bizzarro che, purtroppo, non è riuscito a convincermi. Prima del momento della svolta mi stava piacendo molto perché il protagonista è divertentissimo e fa un sacco di riferimenti al mondo del cinema, mettendo a confronto il cinema del passato con quello contemporaneo, e poi è quel tipo di personaggio innamorato della sua collega che non riesce a combinarne una giusta. L’ambientazione mi è piaciuta, i personaggi pure, peccato per il finale che non ho compreso del tutto.
Here we go. Last stand at the Cinegore. We who are about to die salute you.
  • Sick Pleasure by Francesca Lia Block » 3= stars
Quattro ragazze hanno un unico obiettivo: godere di ogni singolo istante della loro estate prima di iniziare la loro nuova vita al college.
Leggere questo racconto mi ha messo molta tristezza perché finisce in modo molto amaro. La protagonista, I (i personaggi sono identificati solo con una lettera), non riesce a vivere nel presente perché tende a proiettarsi sempre verso il futuro e a fare ciò che le altre sue amiche le dicono di fare, non riuscendo ad apprezzare così l’esatto istante in cui si trova a vivere secondo ciò che le dicono la testa e il cuore.
È un racconto molto particolare e che tende a prendere le distanze dagli altri racconti in questa raccolta, e mi è piaciuto per questo, ma c’è stato un piccolo istante in cui mi è sembrato che la protagonista si stesse dando via gratuitamente e no, questo non mi è piaciuto. Comunque sia, l’atmosfera mi ha ricordato il film Cry Baby (non ho mai visto Grease, chiedo perdono), in cui c’è il gruppo dei “cattivi ragazzi” che arriva in città e fa infatuare di sé tutte le ragazze del locale, tra balli e baci intensi.
Love can be so strange and sad. It can be hard to understand why we run toward certain people and away from others at different times in our lives. Why we search so hard for that thing we are looking for, and then run so fast when we find it.
  • In Ninety Minutes, Turn North by Stephanie Perkins » 5 stars
I protagonisti di questo racconto sono… Marigold e North! Sì, proprio loro! I protagonisti del precedente racconto di Stephanie Perkins! Quanto ho desiderato un libro tutto per loro? Tanto, troppo! E la Perkins ha scritto un altro racconto!! Quando ho realizzato, sono stata contentissima e… grazie, Stephanie, grazie!
Sono passati sei mesi da quando Marigold e North si sono messi insieme, e ora… si sono lasciati. O meglio: North ha lasciato Marigold, senza spiegazioni. Ma Marigold non riesce a darsi pace ed è decisa ad avere almeno un chiarimento da North, pertanto va da lui sul suo posto di lavoro… su una montagna.
Cosa posso dire su questo racconto? Nulla se non quanto sia dolce, carino, adorabile e zuccheroso. Stephanie Perkins è Stephanie Perkins, la regina del contemporary romance. Sono felice della felicità di Marigold e North.
That was the reason Marigold was standing in the parking lot of Mount Mitchell, the highest peak east of the Mississippi, about to make what might be the most humiliating mistake of her newly adultish, nineteen-year-old life.
  • Souvenirs by Tim Federle » 3+ stars
Matt e Keith lavorano in un parco divertimenti e il loro ultimo giorno di lavoro coincide con il “giorno della rottura”, ovvero il giorno che hanno stabilito per lasciarsi.
Potrebbe sembrare una premessa stupida, ma no, secondo me non lo è. Keith aveva l’intenzione di vivere una storia senza pretese fin dall’inizio e Matt ha accettato, e questo lo vedo un po’ come vivere al meglio il tempo che si passa con una persona. Matt e Keith sono carinissimi insieme, spero ci ripensino, ma il finale malinconico l’ho trovato molto realistico e mi ha lasciato con uno strano senso di pace e serenità.
It just means you were the best catch I ever caught.
  • Inertia by Veronica Roth » 2.5 stars
Nella realtà in cui vive Claire, il Last Visitation è una pratica diffusa quando le condizioni di vita di un malato sono critiche e si pensa che non sopravviverà all’intervento che lo aspetta. Due persone sono messe in connessione per avere la possibilità di condividere vecchi ricordi e salutarsi per l’ultima volta. Il migliore amico di Claire, Matthew, ha richiesto la sua presenza.
La voce di Veronica Roth si riconoscerebbe tra mille, questo per via della sfumatura sci-fi e della presenza di elementi come la memoria e la mente umana in questo racconto. È stato un racconto molto bello da leggere, anche emozionante; lo spunto è interessante e fa sperare che ci possa essere una soluzione del genere in un prossimo futuro. È anche un racconto che suggerisce l’idea di come l’amore possa combattere le malattie e i disturbi.
Le uniche due pecche, per me, sono state la lunghezza e il fatto che il racconto poteva essere ambientato in un qualsiasi periodo dell’anno.
I chose you for one of my Last Visitors because … I wanted one last chance to tell you that you’re worth so much more than your pain.
  • Love Is the Last Resort by Jon Skovron » 2 stars
I due personaggi principali di questo racconto non sono interessati alla propria situazione sentimentale, ma attraverso una serie di stratagemmi riescono a far mettere insieme diversi ragazzi che si trovano a lavorare o a soggiornare nel resort in cui lavorano.
È un racconto divertente da leggere, ma ci sono troppi personaggi e i protagonisti sono odiabili.
Dear reader, I want to assure you that this is not a story about love or romance, regardless of what you may have read on the cover.
  • Good Luck and Farewell by Brandy Colbert » 2 stars
L’amata cugina di Rashida si sta trasferendo con la sua fidanzata, e a Rashida questo non va giù.
Nonostante le tematiche del dolore, della rabbia e della depressione, non mi è piaciuto molto e poteva essere ambientato in qualsiasi momento. Troppo affrettato e troppo prevedibile.
Maybe it means I’m making room for someone new.
  • Brand New Attraction by Cassandra Clare » 3.5 stars
Lulu Drake è l’unica figlia di Ted Drake, il proprietario del Ted Drake’s Dark Carnival of Mystery, Magic, and That Which Is Better Left Unseen: un carnevale macabro.
Anche la penna di Cassandra Clare si riconoscerebbe tra mille in quanto anche in questo racconto parla di demoni e amori proibiti/travagliati. L’ambientazione è fantastica e originale, mi è piaciuta come quella del racconto di Libba Bray (finale a parte).
Non ho dato un rating molto alto perché mi sarebbe piaciuto leggere qualcosa di diverso, ma comunque apprezzo anche il fatto che la Clare abbia deciso di rimanere se stessa e scrivere di quello che la fa sentire a suo agio.
Summer’s our best time, when the nights are hot and restless and couples want an excuse to cling to each other in either of the tunnels—the Tunnel of Love or the Tunnel of Terror, depending their mood.
  • A Thousand Ways This Could All Go Wrong by Jennifer E. Smith » 3 stars
La protagonista lavora per una sorta di campo estivo occupandosi dei bambini che vi sono iscritti.
È una storia molto tenera, che racconta dell’evolversi della relazione d’amicizia tra questa ragazza, uno dei bambini di cui si occupa e del ragazzo che le piace, in modo semplice e naturale. All’inizio potrebbe sembrare la tipica storia d’amore, ma cambia rotta dopo pochissime pagine.
Because I like you. You. The same you I’ve liked all year.
  • The Map of Tiny Perfect Things by Lev Grossman » 5 stars
Per Mark e Margareth il tempo si è fermato: ogni volta che si svegliano, a Boston è sempre il quattro Agosto.
Non ho mai letto nulla di Lev Grossman, ma ho amato questo racconto. La storia si svela pian piano e le ultime pagine mi hanno emozionato troppo. Mark e Margareth capiscono che ogni giorno, seppur sia sempre lo stesso giorno sul calendario, non è mai uguale a se stesso, che vedere sempre le stesse azioni compiute dagli altri esseri umani, offre la possibilità di scovare dei piccoli momenti perfetti, dei tesori, che arricchiscono l’animo… basta solo osservare con attenzione e apprezzare ogni singolo momento, cosicché nei momenti più tristi e dolorosi si riesca a trovare la forza per andare avanti.
Our goal was to find every single moment of beauty, every tiny perfect thing, that this particular August 4th had to offer.
Mi è piaciuto comunque che gli autori di questa raccolta siano completamente diversi dall’altra (ad eccezione, ovviamente, di Stephanie Perkins) perché è un’opportunità per conoscere nuove voci e avere storie sempre diverse, punti di vista diversi.
Nonostante non mi abbia convinto più di tanto, ve la consiglio lo stesso perché penso sia una tipologia di lettura adatta a questo periodo dell’anno: sono racconti di circa una trentina di pagine ciascuno, molto semplici e leggeri, e quindi adatti da leggere tutti d’un fiato tra una pausa e l’altra.
Se l’avete già letta, fatemi sapere il vostro parere in generale e quali racconti vi sono piaciuti di più; se avete intenzione di leggerla, allora ritornate qui dopo averlo fatto per farmi sapere la stessa cosa!

★ ★ ★ ☆ ☆ +
Good. :)

12 commenti:

  1. Sono sempre più curiosa di leggere la raccolta *.* Su Instagram era davvero dappertutto. Credo che la Perkins abbia creato anche una raccolta a tema invernale, se non erro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'ho scritto anche nella recensione.

      Elimina
    2. Sono andata a rileggermi tutta la recensione XD Ero sicura che la raccolta invernale avesse un altro nome. In questo periodo sono leggermente fusa -.-''

      Elimina
  2. Quanti autori ci sono che mi piacciono o che vorrei assolutamente provare. Mi dispiace non ti sia piaciuto molto il racconto di Libba Bray...non so perché mi dispiaccio, alla fine anche tu l'hai apprezzata in altri libri, però sarebbe stato bello non ti avesse delusa. (mi sa che sto facendo un pasticcio coi tempi verbali, ma abbi pietà...stanno facendo dei lavori nell'appartamento sotto e ho la casa piena di gas, mi sta andando in pappa il cervello -.-)
    Se verranno mai tradotti in italiano credo proprio proverò a comprarli...potrei sempre leggerli in inglese, dato che sono racconti, ma non sono proprio dell'umore giusto e manca il tempo e l'attenzione :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh guarda :/ sono delusa di essere rimasta delusa dal racconto di Libba Bray, che pizza. >////<
      Non credo verranno tradotti in italiano, o comunque tradotti a breve. Potresti leggerne uno ogni tanto iniziando da quelli che ti ispirano di più. :)

      Elimina
    2. Tu smettila di propormi letture in lingua in questo periodo... non ce la posso fareeeeeee ç_____ç

      Elimina
  3. Ciao :)
    Non ne ho mai sentito parlare però i racconti brevi mi sono sempre piaciuti quindi probabilmente lo metterò in wishlist.
    Mi dispiace che il racconto della Bray non ti sia piaciuto molto. Io la adoro, ma forse è proprio il racconto in sè e non il suo stile a non piacerti... :)
    Baci ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, esatto, è stato questo racconto che non mi è piaciuto. Ho letto la trilogia di Gemma Doyle e l'ho adorata, stesso discorso per il primo libro di The Diviners. Peccato. ^^"

      Elimina
  4. Non saprei v.v da un lato mi piacerebbe leggere la raccolta e sono curiosa, dall'altro vedo troppe novelle da due stelline o che comunque non superano le tre :c dilemmi esistenziali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, è stata una raccolta sottotono... ma puoi sempre leggere solo i racconti che ti interessano prendendo l'ebook!

      Elimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡