martedì 14 giugno 2016

La principessa spaventapasseri di Federico Rossi Edrighi

happy Tuesday, friends !
Ho scoperto che mi piace un sacco parlarvi di graphic novel - anche se all'inizio pensavo di non esserne in grado - perché non seguo blog che ne parlano e quelli che seguo non ne leggono, quindi ho l'impressione di portare alla vostra attenzione qualcosa di nuovo ogni volta. Ho sempre letto manga e graphic novel, quindi sono contenta di essere riuscita a trovare un modo per parlarvi di questa mia altra passione. Ora questo non significa che non parlerò più di libri o ne parlerò di meno, assolutamente! Farò un po' e un po'.
Oggi è il turno de La principessa spaventapasseri, un'opera che potrete acquistare a partire da giovedì che mi è stata inviata dalla BaoPublishing insieme ad altri tre volumi di cui vi parlerò presto (due in particolare, che sono il primo e il secondo volume di una serie, sono diventati la mia nuova ossessione).


La principessa spaventapasseri
di Federico Rossi Edrighi

BAO Publishing  16 Giugno 2016  152 pagine  19,00 €  ITA
Morrigan è un'adolescente tipica nella sua unicità, e la località dell'Inghilterra rurale dove sua madre a suo fratello - che scrivono a quattro mani storie misteriose tradotte in tutto il mondo - non la entusiasma. Un giorno conosce un'anziana vedova, che le fa un dono destinato a cambiarle la vita, e a costringerla ad affrontare il Re dei Corvi, l'incarnazione di tutto ciò che è perverso e malato nel mondo. O in ciascuno di noi?

My rolling thought
Crescere è un casino e a volte non sai davvero di chi puoi fidarti. Fare la cosa giusta è difficile, ma capire quale sia sembra quasi impossibile.
La principessa spaventapasseri è un volume pubblicato dalla BAO Publishing nella collana BaBAO, in cui sono raccolte tutte le letture indirizzate ai piccoli lettori. Il retro della copertina specifica che questa opera è di livello 3, ovvero: Hai almeno dodici anni e nessuna intenzione di spiegare perché vuoi leggere questo libro? Siamo d’accordo con te. Questa breve battuta mi ha fatto sorridere perché, sì, io non ho decisamente dodici anni, ma spesso e volentieri non mi va di spiegare perché voglio leggere quel determinato libro, quindi mi sono immediatamente sentita a mio agio con questa opera tra le mani ancor prima di leggerla.
L’intero volume è a opera di Federico Rossi Edrighi, un autore che personalmente non conoscevo ma che mi ha fatto una buonissima impressione con questo suo lavoro (per tutti coloro che ignorano come io ignoravo: in fondo al volume è compresa una piccola biografia da cui si capisce che Federico Rossi Edrighi ha all’attivo numerose e importanti collaborazioni).


Da una rapida sfogliata pre-lettura, ho avuto immediatamente la sensazione che in questo volume avrei ritrovato un po’ di Vincent Van Gogh e un po’ di Edgar Allan Poe per dei motivi molto semplici: la prima tavola, che accompagna la leggenda del Re dei Corvi, è una riproduzione del Campo di grano con volo di corvi di Van Gogh; e poi, beh, corvi, no?, ma anche perché il mio occhio aveva catturato un Edgar in un ballon. Non credo di essere andata tanto lontana con la mia intuizione perché lo stile di Federico Rossi Edrighi è molto originale e d’impatto, ruvido, e attraverso l’uso dei colori riesce a trasmettere tutta la forza dell’ambientazione e della narrazione; la storia, poi, si è rivelata molto più oscura di quello che pensavo. Già questo gli ha fatto guadagnare due bei pollici in su.

L’intera vicenda prende spunto da una leggenda che circola da tempo immemore nell’Inghilterra rurale, ma di cui si sa molto poco: il Re dei Corvi, un essere oscuro e malvagio, per colmare il suo desiderio di ricchezza e abbondanza, turba ciclicamente la tranquilla vita della cittadina razziandone i raccolti. L’unico altro essere in grado di combattere e arrestare l’avanzata del Re dei Corvi è il Principe Spaventapasseri.
La madre e il fratello di Morrigan scrivono storie a quattro mani e sono interessati alla leggenda del Re dei Corvi per poter scrivere un nuovo romanzo da aggiungere alla serie che li ha resi famosi; decidono così di trasferirsi nella parte d’Inghilterra dove sembra esser nata questa storia, trascinandosi dietro una povera Morrigan che non ne può più delle assurdità della sua famiglia.


La principessa spaventapasseri non è altro che un fumetto di formazione: la componente fantastica e folklorica, infatti, sono solo i mezzi metaforici per rappresentare quel particolare periodo della vita di ogni persona che si trova tra l’infanzia e l’età adulta, in cui si sta mettendo piede in qualcosa di nuovo, sconosciuto e oscuro, e che quindi fa paura. È una dimensione in cui solo sperimentando in prima persona si riesce a distinguere cosa sia giusto e cosa sia sbagliato, e spesso si arriva a questa consapevolezza solo dopo aver fatto, in qualche modo, la conoscenza della parte negativa.
Mi è piaciuto molto il modo in cui Federico Rossi Edrighi ha raccontato la sua storia perché non si limita a rivolgersi unicamente ad un pubblico di giovani lettori, ma è godibile anche da chi adulto lo è già per via dei toni che vanno via via incupendosi e perché possiede diversi piani di lettura. Si può leggere La principessa spaventapasseri come se fosse una storia d’avventura, in cui Morrigan e il Re dei Corvi si incontrano e si scontrano; oppure - appunto - come un romanzo di formazione, e in questo caso all’autore va anche il grande merito di essere riuscito a trattare la componente sessuale con molta accortezza: ha avuto una delicatezza e una sensibilità tali da non snaturare la storia e/o mettere in soggezione il giovane lettore che sta ancora imparando a conoscersi.


Il volume si legge con molto piacere perché la storia è interessante ed è raccontata in modo intelligente. Mi è piaciuta molto anche l’organizzazione delle tavole: le singole scene sono tutte ordinate e comprese nei rispettivi riquadri, e solo quando Morrigan si trova insieme al Re dei Corvi è come se questi limiti venissero infranti, come se fosse una metafora della parte istintuale, o il modo del sogno che è di per sé irrazionale, che prende il sopravvento della razionalità.
Morrigan è una protagonista fantastica, sarcastica e sempre con una risposta arguta pronta da condividere con il suo interlocutore. Dovrà affrontare diverse prove, superare insicurezze, prendere scelte difficili e assumersi le responsabilità delle sue azioni, imparando a relazionarsi con la sua famiglia, con nuovi amici e con se stessa. Anche il Re dei Corvi è un personaggio fenomenale, ha carisma da vendere ed è completamente fuori di melone, a mio avviso. Morrigan e il Re dei Corvi sono un’accoppiata… ah!, non so spiegarmi, potete capirlo solo leggendo!
La principessa spaventapasseri è un’opera di indubbia qualità, che renderà soddisfatti molti giovani lettori e che piacerà anche a chi giovane anagraficamente non lo è più da un bel po’, ma che è ancora in grado di lasciarsi appassionare e coinvolgere come se lo fosse.

★ ★ ★ ¾ ☆
Good. :)

14 commenti:

  1. Sembra davvero interessante e le illustrazioni che hai postato mi hanno conquistato *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le illustrazioni sono molto belle. ^w^

      Elimina
  2. Come sai non ho mai letto graphic novel anche se vorrei leggerne spesso, purtroppo per ora questa mia voglia è rimasta rintanata in un angolo...con tutti i libri in arretrato non credo avrà modo di sbocciare presto, questa passione.
    Sono felicissima di vedere che inizierai a parlare sempre più spesso di graphic novel e da questa recensione viene fuori tutta la tua passione per il genere e l'attenzione che metti nel leggere e ammirare tutto l'insieme. ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le ultime due righe, mi rendono molto felice e soddisfatta. ♥
      Tu ti convertirai e io ne sarò la responsabile.

      Elimina
  3. Sembra molto interessante, quasi quasi me lo compro!

    RispondiElimina
  4. Appena ho letto "leggenda" mi sono convinto ad aggiungere il libro alla mia wishlist ahah. La premessa è intrigante e anche lo stile dell'autore-artista da quanto ho potuto vedere, quindi spero di leggerlo al più presto!
    Non vedo l'ora di leggere le recensioni delle altre graphic novel che hai ricevuto dalla casa editrice, così almeno amplio un po' il mio repertorio di generi letterari ahah :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, arrivano presto :D promesso!

      Elimina
  5. Adoro questo tipo di recensioni e mi fa molto piacere sapere che ne arriveranno ancora.
    La trama sembra molto interessante e mi intriga molto, poi mi piace l'idea che possa essere apprezzato da diverse fasce d'età.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!
      È un'opera molto versatile e apprezzabile.

      Elimina
  6. VAN GOGH
    Il RE CORVO
    *sanità mentale persa*

    RispondiElimina
  7. Ho da poco scoperto le graphic novel, ma questa, dopo aver letto la tua recensione, mi ispira davvero tanto e penso proprio finirà nel prossimo ordine su amazon *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho risposto prima all'altro commento, ma in questo ti do il benvenuto in questo magico mondo. (ノ◕ヮ◕)ノ*:・゚✧ C'è tanta bella roba in giro da leggere, vedrai!

      Elimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡