venerdì 2 ottobre 2015

RECENSIONE: An Ember in the Ashes di Sabaa Tahir

HELLO, READERS!
Oggi vi parlo di An Ember in the Ashes, un libro che è stato tanto atteso in patria tanto quanto lo stanno aspettano ora i lettori italiani. Spero di darvi una mano con il mio parere per decidere se leggerlo o no - io ve lo consiglio, dategli un'opportunità, vi preeego. *A*
Vi lascio i dati della nostra edizione: IL DOMINIO DEL FUOCO sarà pubblicato dalla CASA EDITRICE NORD l'8 OTTOBRE 2015 a 16.40€, stessa cover dell'edizione originale.


An Ember in the Ashes
di Sabaa Tahir

Razorbill  28 Aprile 2015 464 pagine  AMAZON / THE BOOK DEPOSITORY  ENG
Laia è una schiava. Elias è un soldato. Nessuno dei due è libero. Sotto il Martial Empire, la ribellione incontra la morte. Coloro che non votano il loro sangue e il loro corpo all’Imperatore rischiano l’esecuzione dei loro cari e la distruzione di tutto ciò che hanno caro. È in questo mondo brutale, ispirato dall’antica Roma, che Laia vive con i suoi nonni e suo fratello maggiore. La famiglia cerca di sopravvivere tra i vicoli impoveriti dell’Impero. Non sfidano l’Impero. Hanno visto cosa succede a coloro che lo fanno. Ma quando il fratello di Laia viene arrestato per tradimento, Laia è costretta a prendere una decisione. In cambio dell’aiuto da parte dei ribelli che hanno promesso di aiutare suo fratello, rischierà la sua vita per spiare per loro dall’interno della più grande accademia militare dell’Impero. Lì, Laia incontra Elia, il soldato migliore della scuola—e segretamente quello meno volenterose. Elias vuole solo essere libero dalla tirannia cui è stato costretto ad obbedire. Lui e Laia realizzeranno presto che i loro destini sono intrecciati, e che loro scelte cambieranno il destino dell’Impero stesso.

My rolling thought
There are two kinds of guilt. The kind that's a burden and the kind that gives you purpose. Let your guilt be your fuel. Let it remind you of who you want to be. Draw a line in your mind. Never cross it again. You have a soul. It's damaged but it's there. Don't let them take it from you.
Se mi chiedeste di nominarvi un libro che contiene tutte le qualità che più apprezzo in un romanzo fantasy, vi risponderei: An Ember in the Ashes. ATTENZIONE: con questo non voglio dire che sia un libro perfetto (Sabaa Tahir, non mentire e non venirmi a dire che doveva rimanere uno stand-alone perché non ti crede nessuno) sotto ogni punto di vista, ma storia, world-building, personaggi e stile sono, oh, a m a z i n g!
Inizialmente pensavo che tutto si sarebbe risolto nel modo più prevedibile e banale possibile per la solita questione AMORE IMPOSSIBILE/TRAVAGLIATO/DIFFICILE/IL-QUADRILATERO-SÌ, facendo di conseguenza capitolare una storia magnifica, ma no, alla fine non si è trattato in tutto e per tutto di questo o della scelta tra personaggio-numero-uno o personaggio-numero-due; il punto nevralgico di questo romanzo, e il motivo per cui alla fine mi sono ritrovata a desiderare di avere subito il seguito perché mi ha colpito tantissimo il modo in cui è trattato, è che i personaggi devono cercare di capire, attraverso un processo di crescita interiore, cosa è più importante per loro: rimanere fedeli ai propri principi morali preservando la propria integrità, o annullarli e vivere per l’Imperatore (e quindi per l’Impero) seguendo ogni suo singolo ordine, mettendo da parte qualsiasi cosa e qualunque persona.
Ho adorato il fatto che questo libro non sia mai una cosa sola e che tutto riesca ad adattarsi alle varie situazioni e alle varie ambientazioni; ho adorato i trials, le profezie, le figure degli Augurs e la comparsa di creature mitiche/leggendarie; mi ha coinvolto il fatto che nulla sia così semplice come potrebbe sembrare; ho trovato interessante il modo in cui l’autrice ha rielaborato la civiltà romana, la suddivisione in Martials e Scholars, i Masks e la Resistance; ho trovato più che ben riusciti alcuni personaggi come la Commandant, Elias ed Helene.
Il doppio POV rende possibile la conoscenza di entrambe le fazioni (Martials e Scholars) sotto ogni più piccolo particolare. Mi è piaciuto di più leggere i capitoli narrati secondo il punto di vista di Elias semplicemente perché è la parte più movimentata, interessante e curiosa della storia; Laia all’inizio non mi faceva impazzire particolarmente, ma con il tempo ho imparato a conoscerla e a capire il suo personaggio. Lei non è la tipica eroina intrepida e senza paura: di paure e insicurezze ne ha tante, anche per via di alcune particolarità della sua famiglia, ma non fa parte nemmeno di quella schiera di personaggi femminili che devono essere salvate dal personaggio maschile di turno. Sì, è vero, non mancano le occasioni in cui viene salvata da Elias, ma non a causa di una sua immobilità, ma per via di un sistema malato e sbagliato.
Al contrario di Laia, due personaggi che ho adorato fin da subito sono la Commandant e Helene: la prima è la str***a-cattiva di turno, ma proprio str***a-cattiva come pochi; la seconda, oh!, non so che darei per avere il suo POV nel prossimo libro! Helene è un personaggio complessissimo, diviso tra amore e fedeltà e legato da voti fatti di nascosto, e credo che non abbia dato tutto quello che ha e può dare. La adoro. Tanto.
Se tutto ciò non fosse sufficiente, Sabaa Tahir ha un bellissimo stile di scrittura: profondo ed evocativo, diversi passaggi sono davvero molto belli e coinvolgenti, universali.
An Ember in the Ashes è uno di quei libri che coinvolge nella lettura corpo e spirito. Mi è piaciuto molto e non posso fare a meno di consigliarvelo! Forse alcuni potrebbero trovarlo confusionario e con troppi elementi messi tutti insieme e… vi dico la verità: se fosse rimasto uno stand-alone (no, scusatemi, ma no: torno a ripetere che non ci credo proprio che questo libro sarebbe dovuto rimanere stand-alone), il mio voto e il mio giudizio sarebbero stati rispettivamente più basso e leggermente negativo, ma come primo volume di una duologia/trilogia per me è più che perfetto.

★ ★ ★ ★ ☆
Awesome! :D

16 commenti:

  1. Questo libro è entrato nella mia wish list da quando l'ho visto per la prima volta su un blog italiano... Non vedo l'ora che esca :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È uscito oggi *--* cossi a prenderlo!

      Elimina
  2. Bene bene :3 sono curiosissima! Ho sentito solo meraviglie riguardo a questo romanzo!
    Non so se lo prenderò subito perché costicchia °-° non tantissimo, ma neanche pochissimo... forse attenderò di trovarlo usato v.v vedremo o.ò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente sbucherà fuori usato :D però leggilo, eh, perché devo sapere se ti è piaciuto oppure no. >_<

      Elimina
  3. Non vedo l'ora di leggerlo aww *__*

    RispondiElimina
  4. La copertina è davvero fantastica *.* e in ogni caso non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo *--* spero ti piaccia, a me ha colpito molto!

      Elimina
  5. Non c'è niente da fare.. devo avere questo libro! *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahhaa ^w^ spero tu riesca a recuperarlo presto!

      Elimina
  6. Non l'ho ancora letto, ma l'ho adorato nel secondo stesso in cui ho visto la cover e l'edizione in hardback *__* Infatti non ho resistito e l'ho comprato, e sono assolutamente determinata a leggerlo prima della fine di quest'anno *-*
    Poi il titolo del secondo libro mi piace troppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta iniziato è impossibile staccarsene perché ha talmente tante cose che è una continua scoperta e suscita tanta curisità. *--* Inizialo prestissimo, mi raccomando.

      Elimina
  7. Vero sono d'accordissimo con te!!! Io lo lessi a maggio appena uscito, quando tutti si pensava fosse uno stand-alone ma dopo aver letto quel finale mi rifiutai categoricamente di crederlo! Per fortuna, visto il successo immediato, la CE si è decisa ad acquistare i diritti per il seguito!
    Anche io ho trovati perfetti il world-building in particolare, lo stile, e l'evolversi dei personaggi. La loro caratterizzazione è qualcosa di meraviglioso. Altra cosa che mi è piaciuta è la quasi assenza della parte romance (sai cosa intendo...). Non che l'amore non manchi, ma ho trovato bellissimo che esso sia più un amore fortissimo verso gli amici e la famiglia :) Stupendo. Non vedo l'ora di mettere le mani sul seguito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, io ce l'avevo da quando è uscito ma non mi sentivo ispirata per iniziarlo XD e meno male che non è uno stand-alone perché non so cosa avrei fatto (è impossibile definirlo stand-alone, suvvia).
      Per la parte romance sottoscrivo tutto *--* spero non caschi tutto nel secondo - così lo adoro. :/

      Elimina
  8. Lo attendo con ansia *w* spero di non rimanerne delusa :)
    Il fatto poi che abbiano conservato la cover originale e non abbiano optato per una delle solite cover caccolose è fantastico *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe stato un SACRILEGIO mettere una delle nostre solite copertine del cacchio. :s

      Elimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡