martedì 25 agosto 2015

RECENSIONE: L'Accademia dei Supereroi. L'ombra della Chimera di Simone Laudiero

buongiorno!
#PROGRAMMARECUPERORECENSIONI PARTE I/V, spero di non annoiarvi. 

L’ombra della Chimera
di Simone Laudiero

Editore: Piemme (12 Maggio 2015)
Pagine: 320
Prezzo: € 16.00
Nando è convinto che nella sua classe tutti abbiano un superpotere tranne lui: c'è Roberto che ha la super forza, Giorgio lo sputo a orologeria e sua cugina Alessia che può prendere fuoco come una torcia... Nessuno però vuole credergli. Finché un giorno, dopo quello che sembra un semplice controllo anti-pidocchi, Nando si risveglia in uno strano centro dove i ragazzi con superpoteri sono segregati e controllati a vista. E come gli altri, presto anche lui dovrà iniziare l'addestramento...






My rolling thought
Nella mia classe hanno tutti un superpotere tranne me. Ogni volta che lo faccio notare a qualcuno la risposta è sempre la stessa: i superpoteri non esistono. E invece eccoli, sono sotto gli occhi di tutti.
SUPERPOTERI: alzi la mano chi, in vita sua, non ha mai desiderato avere dei superpoteri. Perché non importa quale sia la tua età, TU continuerai a desiderare di avere un SUPERPOTERE e continuerai ad amare i SUPEREROI. Cosa c’è di più figo di un SUPEREROE o di SUPERPOTERI? Nulla!
L’ombra della Chimera mi è piaciuto per questo motivo: superpoteri in una bella storia e con protagonisti/personaggi davvero ben costruiti e caratterizzati. Perché sì, non importa quanti anni TU abbia, IO ti consiglio questo libro.
Nando è il simpatico protagonista dei fatti narrati. È un normalissimo ragazzino e gli andrebbe bene anche così, se non fosse convinto sopra ogni cosa che i superpoteri esistano, e che i suoi compagni di classe ne possiedano tutti uno. Tutti cercano di fargli cambiare idea, anche la sua cugina-e-migliore-amica Alessia, ma quando Nando vede la sua testa andare letteralmente in fiamme, le cose sono destinate a cambiare. Un’ispezione antipidocchi rivelerà ciò che Nando ha sempre creduto reale, che lui stesso possiede facoltà Super-Umane Manifestate e che è un portatore dell’Ombra della Chimera, letale per gli altri esseri umani. Verrà quindi trasferito nel Centro di Riabilitazione, dove altri SUM come lui sono riuniti e nascosti dalla Repubblica per essere addestrati.
Vorrei immediatamente parlare dell’ambientazione di questo libro: Nando e gli altri ragazzi vivono in-un-mondo-e-in-un’epoca che, iniziando a leggere, potrebbe sembrare la nostra realtà attuale, ma che di fatto non lo è. Ho letto in una riga di intervista fattagli da alcuni studenti che si potrebbe parlare di un universo alternativo, e sono completamente d’accordo perché il tutto rispecchia ciò che io immagino quando si parla di universi alternativi: un mondo e una realtà praticamente identica alla nostra, tranne per qualche piccolo dettaglio o particolare. Il dettaglio che differisce dal nostro mondo è la contestualizzazione politica: anche se non è ben approfondito in questo primo libro con dettagli importanti o con una geografia reale, il mondo di Nando si divide in Repubblica e Regno, in lotta tra di loro per il controllo dell’intero territorio. Molte particolarità restano ancora sfumate per quanto riguarda questo versante, ma credo che nel prossimo volume si possa già aggiungere qualcosina in più a ciò che abbiamo appreso. Il tutto rimane su un piano molto semplice ma interessante, per essere letto da giovani lettori della stessa età di Nando senza sentirsi appesantiti.
Il Centro di Riabilitazione in cui vengono addestrati i SUM è ben organizzato e dettagliato e descritto, e grazie alle illustrazioni nella parte interna della copertina ci si può rendere conto degli spazi in cui i ragazzi trascorrono le loro giornate.
Il punto forte di questo romanzo - e che non vedevo l’ora di poter conoscere - sono i personaggi. Sono tutti ragazzi e ragazze all’incirca di dodici anni e i superpoteri sono solo una loro caratteristica in più, perché sono irresistibili già di per sé. Ovviamente Nando è il personaggio centrale ed è impossibile non provare simpatia per lui, innanzitutto perché la storia è narrata in prima persona e lo sfilare dei suoi pensieri fa sorridere e divertire, ma anche e soprattutto perché è un ragazzo normalissimo, con la sua personalità e le sue preferenze, le sue fissazioni e le sue paure (problemi d’amore inclusi).
Non penso di volermi dilungare parlando degli altri personaggi perché è bello poterli conoscere da soli leggendo e cercare di indovinare i loro superpoteri.
Tutta la parte che segue l’arrivo di Nando al Centro di Riabilitazione è la parte più bella perché si entra direttamente in contatto con i SUM e i superpoteri, ma la parte iniziale è altrettanto simpatica da leggere perché racconta di come Nando, guidato dalla sua convinzione, attribuisce poteri ai suoi compagni di classe semplicemente in base ad alcune caratteristiche personali o predisposizioni naturali. (Siamo tutti dei supereroi.)
Non lasciatevi ingannare dalla collana in cui è pubblicato questo libro, L’Ombra della Chimera potrebbe facilmente appassionarvi. (Io ero partita già con l’entusiasmo a mille, haha, e non ne sono rimasta delusa!) Spero possiate dargli una possibilità, perché è una bella storia di ragazzi, amicizia e crescita. Oh, e ovviamente, se vi gironzola intorno qualche giovane lettore, CONSIGLIATEGLIELO!

★ ★ ★ ¾ ☆
Good. :)

4 commenti:

  1. Ciao Veronica!!!
    Oddeo se non avessi una TBR chilometrica leggerei questo libro...magari in qualche modo lo rifileró a mio fratello ;) per il momento me lo segno ^_^
    Come sempre ottima recensione :D non vedo l'ora di leggere le altre @_@
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fratelli sono ottimi in queste situazioni. v-v Questo libro è davvero molto carino, se riesci leggilo!

      Elimina
  2. Dalla tua recensione sembra davvero interessante e mi ha trasmesso interesse per questo libro, lo metto subito nella TBR

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh :3 sono contenta di averti incuriosito!

      Elimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡