lunedì 9 febbraio 2015

RECENSIONE: Splintered, Unhinged, Ensnared di A.G. Howard

A SNOWY HELLO TO YOU ALL. ❄
Oggi vorrei lasciarvi la recensione di Splintered, Unhinged e Ensnared, i tre libri che compongono la serie scritta da A.G. Howard che si presenta come il retelling dell’opera di Lewis Carroll. Capitemi, non potevo non leggere questa serie. (✪㉨✪)
Vi ricordo che Splintered sarà pubblicato esattamente il 19 FEBBRAIO 2015 dalla NEWTON COMPTON con il meraviglioso-sensatissimo-e-sicuramente-attinentissimo titolo IL MIO SPLENDIDO MIGLIORE AMICO a € 9.90 (almeno la copertina ce l’han lasciata uguale).

Splintered, Unhinged, Ensnared [ENG]
di A.G. Howard

Editore: Amulet Books (1 Gennaio 2013 / 6 Gennaio 2015)
Pagine: 371, 387, 404
Prezzo: € 13.42, € 12.48, € 11.52
Alyssa Gardner sente i sussurri degli insetti e dei fiori - proprio come la malattia che ha portato sua madre anni prima in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione di famiglia risale alla sua antenata Alice Liddell, l'inspirazione di Lewis Carroll per Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie. Alyssa potrebbe essere pazza, ma riesce ancora a tenere insieme tutti i pezzi. Per ora. Quando la salute mentale di sua madre inizia ad andare per il peggio, Alyssa impara che ciò che lei pensava fosse finzione è basato su una terrificante realtà. Il vero Wonderland è un posto molto più oscuro e più contorto di quello che Lewis Carroll ha fatto trapelare. Lì, Alyssa deve passare una serie di test, incluso asciugare l'oceano nato dalle lacrime di Alice, risvegliare l'addormentato tea party, e placare un mostro crudele, per riparare agli errori di Alice e salvare la sua famiglia. Dovrà anche decidere di chi fidarsi: Jeb, il suo affascinante amico e cotta segreta,o il sexy ma sospetto Morpheus, la sua guida a Wonderland.

My rolling thought
Come sono contorte le regole. Nulla nel Paese delle Meraviglie è semplice.
Non trovo parole più adatte di quelle che ho scritto nell’ultimo paragrafo della mia tesi per presentarvi i libri della serie di A.G. Howard: « L’opera di Lewis Carroll ha ispirato diversi prodotti culturali e di intrattenimento che, riprendendo le linee generali della storia e le caratteristiche peculiari di ogni suo personaggio, ripropongono le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie in una veste sempre nuova e originale, completamente diverse l’una dall’altra. » E questo è esattamente ciò che A.G. Howard ha fatto. La trama fornita dall’editore americano dice tutto ciò che bisogna sapere per approcciarsi alla lettura di questa serie, e io non voglio assolutamente aggiungere altro visto la complessità, le svolte e i colpi di scena inaspettati delle vicende.

In Splintered, A.G. Howard presenta un Paese delle Meraviglie allo stesso tempo familiare e completamente nuovo, fatto delle caratteristiche e animato dai personaggi che tutti conosciamo ma in una veste più oscura, contorta, terrificante e macabra. FANTASIA e IMMAGINAZIONE sono le parole d’ordine, le chiavi che permettono di aprire e oltrepassare la piccola porta in fondo alla tana del Bianconiglio per accedere al mondo di Morpheus, Rabid White, Chessie, Herman Hattington, March Hairless, Queen Red, Queen Ivory e Queen Grenadine, perché senza fantasia la Howard non avrebbe potuto dare vita al suo mondo e senza immaginazione noi non potremmo capirlo.
La Howard è una scrittrice davvero molto ricca e dettagliata: non scrive scene, ma le dipinge nella mente, e tutto è così vivido e assurdamente reale che sembra di esserci sul serio. A lungo andare, tutta questa precisione può risultare pesante e rallenta sicuramente il ritmo della storia facendo perdere anche il filo delle vicende, ma è tutto così affascinante e curioso che è solo un mezzo punto a suo sfavore. Purtroppo l’altro mezzo punto a suo sfavore è una certa confusione che caratterizza tutto il libro (e anche tutta la serie): alcuni passaggi non sono molto - se non del tutto - chiari e la risoluzione di determinate vicende confusa e innegabilmente forzata.
Queste pecche, però, non rendono il lavoro di A.G. Howard meno interessante perché, ne sono sicura, il fascino del suo MAGICO e FOLLE Paese delle Meraviglie riuscirà a colpirvi.

Splintered avrebbe funzionato benissimo come stand-alone (nonostante alcune domande sarebbero rimaste senza risposta), ma l’autrice ha deciso di proseguire la storia trasformandola in una trilogia. Non riuscivo proprio a immaginarmi cos’altro avesse-in-mente-e-da-dire la Howard, pertanto ero abbastanza titubante, ma devo dire che mi sono ricreduta. Se da una parte Unhinged è il classico libro di mezzo, dall’altra parte non lo è affatto - e questo è un aspetto caratterizzante della serie, quello di ritrovarsi esattamente a metà tra due cose. E’ il classico libro di mezzo perché Alyssa non fa altro che temporeggiare, il suo atteggiamento è come quello di uno struzzo che nasconde la testa e aspetta che le cose si risolvino da sole; però non lo è nemmeno del tutto perché in qualche modo riesce ad arricchire e portare avanti l’intera situazione. Come Splintered, Unhinged è scritto meravigliosamente ed è ricco di dettagli e visioni terrificanti e sublimi, con una trama che si fa sempre più complessa e dei personaggi sempre più interessanti ed enigmatici. Vi è un coinvolgimento sempre più grande di questi ultimi, non ci si limita soltanto ad Alyssa, Jeb, Morpheus e agli abitanti principali del Paese delle Meraviglie, ma vengono coinvolti tutti, e ognuno ha il suo specifico ruolo. In Unhinged c’è meno Paese delle Meraviglie e più mondo reale, ma di certo non manca la magia.
The romaaance. Il triangolo tra Jeb-Alyssa-Morpheus si fa sempre più presente-e-insistente e, credetemi, questa è una delle poche volte in cui il triangolo c’è ed ha senso. Forse l’atteggiamento di Alyssa potrebbe farlo risultare “antipatico”, ma non stiamo parlando dell’indecisione che deriva dal colore degli occhi o dei capelli di due ragazzi, no no no no. PERSONAL OPINION: Uno è un comunissimo essere umano, l’altro un enigmatico e intrigante netherling dall’accento cockney e dai capelli blu. è-è

Parlare di Ensnared è terribilmente difficile perché non ho le idee chiare nemmeno io! Ad oggi, non sono ancora riuscita a capire se mi è piaciuto oppure no, cosa ne penso a riguardo e se sono rimasta soddisfatta della conclusione. Perché? Perché, come ho accennato prima, è come se mi trovassi al centro di tutto: da una parte mi è piaciuto per determinati aspetti, dall’altra, questi stessi aspetti, oggettivamente, non mi hanno convinto perché non sono una novità. Soggettivamente, alla fine, mi sono sentita orfana e, cavolo, l’epilogo è una specie di colpo di grazia, ma oggettivamente non so se riesco ad accettarlo del tutto. Oggettivamente capisco che non poteva che andare in un certo modo, ma ripeto, non è una novità esclusiva e assoluta. E di nuovo, soggettivamente, non posso ignorare un certo subbuglio interiore.
L’unica certezza che ho è che questo libro produrrà degli effetti nel lettore, delle reazioni, che andranno dall’amore assoluto e incondizionato, alla non accettazione completa e decisa, alla più totale confusione (*alza la mano*).
Oggettivamente, in Ensnared si perde un po’ la magia del Paese delle Meraviglie che aveva caratterizzato Splintered per lasciare il posto alla situazione Jeb-Alyssa-Morpheus. Forse è proprio la mancanza del Paese delle Meraviglie unita a quella piccola dose di confusione e la centralità assoluta della parte romance la causa di tutta questa confusione, ma non ne sono sicura, perché soggettivamente e *TEAM MORPHEUS* non ho potuto non apprezzare. KEY WORD: passionately. E insomma, Ensnared è così.

Per fare il punto della situazione, da parte mia, consiglio la lettura di questa serie. La rivisitazione che fa la Howard del Paese delle Meraviglie e dei suoi personaggi è interessante e avvincente, e i libri sono scritti molto bene. La confusione e la forzatura che si ritrovano in tutti i libri sono due aspetti con cui bisognerà scendere a patti ma, come viene dichiarato, nulla nel Paese delle Meraviglie è semplice.
Ho assegnato quattro stelline a Splintered e Unhinged, e per ora tre stelline indicative a Ensnared. Il voto complessivo della serie è quattro stelline perché, nonostante la confusione che provo per Ensnared, di una cosa sono certa: non è un libro che mi è rimasto indifferente. Mi sta facendo arrovellare il cervello, non è da ‘mmmh, sì, carino, passabile, anche se tra qualche settimana l’avrò dimenticato’.

★ ★ ★ ★ ☆
Awesome! :D

Caterpillar / Brucaliffo: A. Alice nel Paese delle Meraviglie (Walt Disney), B. Alice in Wonderland (Tim Burton), C. Once Upon a Time in Wonderland, D. Splintered Series (A.G. Howard)

E comunque, qualcuno deve spiegarmi come siamo riusciti a finire da A, B e C a D. Non che mi dispiaccia, eh, ma la cosa mi fa riderissimo ogni volta che ci penso.
Let me love you, Morpheus.

13 commenti:

  1. Adoro Alice nel paese delle Meraviglie e di certo non posso lasciarmi sfuggire questa serie! Avevo letto commenti negativi sull'ultimo volume e questo mi aveva un po' frenata, ma se dici che nel complesso vale la pena leggere la serie, mi fido! *__* ok, basta, devo leggerli! XD

    RispondiElimina
  2. Morpheus si aggiunga all'infinita lista di book boyfriends.

    RispondiElimina
  3. Sono davvero felice che questa serie arrivi presto anche qui da noi perché mi interessa molto, trovo l'ambientazione molto attraente e credo che non mi darà fastidio se in alcuni parti un po' confusionario, per me è parte della bellezza del paese delle meraviglie

    RispondiElimina
  4. Davvero interessante, il giudizio positivo mi ha convinto a comprarlo. Non vedo l'ora che esca.

    RispondiElimina
  5. Non vedo l'ora di leggerlo cavolo *^* sono proprio curiosa di conoscere questo paese delle meraviglie più macabro e folle U_U sono sicura che lo adorerò!

    RispondiElimina
  6. Aspettavo con ansia di leggere la tua recensione! Eh si, hai spiegato perfettamente quello che si prova leggendo questa serie, brava ùù
    Mi viene da ridere a pensare che probabilmente sono l'unica che capisce la Key Word, ammetti che l'hai messa lì per me ùù muahaha
    Comunque tutta la serie può essere riassunta con la tua ultima frase: LET ME LOVE YOU, MORPHEUS!!

    RispondiElimina
  7. Credo leggerò la trilogia, appena ho tempo, perché mi ispira sempre di più :D e, ammetto, il collage finale mi fa morire comunque dal ridere, è stato un incentivo!

    RispondiElimina
  8. Nuova follower *_* questo libro mi ispira davvero davvero tantissimo, sento pareri entusiasti da tutte le parti ^^, spero di leggerlo presto! Bellissima recensione e quelle copertine sono :-Q___

    RispondiElimina
  9. Sono incuriosita da questo libro *^* non vedo l'ora di leggerlo! Anche se quel maledetto titolo che hanno scelto... ugh... un pugno nello stomaco ç_ç continuo a domandarmi perché! Ah sì, sono rimasti in tema con la letteratura del non-sense xDD di conseguenza anche il titolo non c'azzecca nulla ahaha

    RispondiElimina
  10. a d o r o (sembro tanto una cretina quando faccio lo spelling ahaha)! La tua recensione è meravigliosa, come al solito sei la migliore e su Alice in Wonderland nessuno può dirti nulla perché tu sei la regina di questo campo! By the way devo leggerlo proprio questo mese :P

    RispondiElimina
  11. NON VEDO L'ORA DI LEGGERLI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Sono alle prese con Splintered, per mia fortuna in italiano, perché credo in inglese non riuscirei mai a leggerlo. Ammetto che mi sta prendendo tantissimo, adoro il modo in cui scrive la Howard e la storia è così intrigante e ricca di particolari che non riesco a staccarmi un attimo.
    Spero vivamente che la Newton decida di portare in Italia anche i seguiti, a questo punto non me ne frega molto del titolo...
    Il Brucaliffo/Morpheus è mooooooolto giusto, dunque non farti domande sull'evoluzione u.u

    RispondiElimina
  13. Ho ordinato oggi Splintered, ma non ho ben capito se sono già usciti in Italia anche Unhinged e Ensnared della trilogia (-che contando anche Untamed sarebbbe una saga-) non credo siano già usciti, perche se Splintered è uscito nel Febbraio 2015, credo debbano ancora uscire e che ci vogliano ancora un po' di mesi insomma.. QUALCUNO MI RISPONDA, NE HO BISOGNO. T^T
    Splintered mi ha presa leggendo solo la trama, quando ho letto la recensione stavo già chiamando la libreria per ordinarlo. E fatalità, anche la ragazza che ha risposto mi ha detto che lo sta leggendo anche lei, e che è molto bello e scritto bene. Sto già pregustando mentalmente il libro OuO

    RispondiElimina

Ti ringrazio per il tuo pensiero. ♡