lunedì 29 dicembre 2014

READ ALONG: My true love gave to me - 2° tappa {It’s a Yuletide Miracle, Charlie Brown di Stephanie Perkins}

GOOD AFTERNOON, LOVELIES
Eccoci qui con la seconda tappa del GDL di My true love gave to me. Come sta andando fino ad ora? State riuscendo nella lettura? Avete incontrato qualche difficoltà? Vi stanno piacendo i racconti? Fateci sapere. >///< Passo subito a parlarvi del racconto che mi è stato assegnato per questa tappa. c:

It’s a Yuletide Miracle,
Charlie Brown
di Stephanie Perkins
Ma… non lo conosceva, giusto? Marigold fu immediatamente colpita dal fatto di quanto volesse conoscerlo.
Il racconto di Stephanie Perkins era uno tra quelli che non vedevo l’ora di leggere - se non IL racconto che non vedevo l’ora di leggere, senza togliere nulla agli altri, eh - e non sono rimasta affatto delusa. *sorriso a 572950675486 denti*
It’s a Yuletide Miracle, Charlie Brown è ambientato la sera della vigilia di Natale. Marigold Moon vive con sua madre in un appartamento pieno di scatoloni che contengono la loro vecchia vita, rimasti lì chiusi in attesa dell’ulteriore trasferimento che le due donne hanno in programma di intraprendere il più presto possibile, non appena la madre avrà messo da parte soldi sufficienti grazie ai turni di notte nel ristorante in cui lavora. Nonostante questa situazione di stand-by, Marigold porta avanti il suo sogno di lavorare nel settore dell’animazione, realizzando brevi cartoni animati che poi pubblica sul suo canale YouTube. Per il cartone che sta realizzando, ha bisogno di una voce. Non una voce a caso, ma quella del ragazzo che lavora nel negozio che vende alberi di Natale di fronte casa sua. Dopo un mese di tentativi andati a vuoto, finalmente Marigold raccoglie il coraggio per avanzare la sua richiesta, ma finisce per acquistare un albero.
Credo di voler sposare Stephanie Perkins. Anche lei, in pochissime pagine, è riuscita a farmi innamorare di una sua storia e dei suoi personaggi. Come è stato per Midnights di Rainbow Rowell, anche It’s a Yuletide Miracle, Charlie Brown non ha nulla da invidiare ai romanzi della stessa autrice perché è-completo-di-tutto. Personaggi, storia, battutte… ancora una volta ho trovato tutto così perfetto e adorabile che, Stephanie Perkins, fatti abbracciare. Marigold e North sono così carini, dolci e adorabile che meriterebbero un libro tutto loro - okay, l’ho già detto anche la scorsa volta, ma io-sono-completamente-follemente-e-pazzamente-innamorata-di-queste-due-donne.
Ciò che ho adorato di questo racconto è l’intero spirito Natalizio di cui è intriso e che Marigold e North sono riusciti a creare. La loro relazione nasce, cresce e si sviluppa in una serata ma con naturalezza, e credo sia davvero difficile riuscire in ciò in poche pagine. Entrambi, parlando, si conoscono e desiderano conoscersi. Grazie a North, Marigold riuscirà a recuperare il vero significato del concetto di casa, riuscendo a preparare per la madre il più bel regalo di Natale a cui potesse mai pensare e che potesse mai desiderare.
Stephanie Perkins, ancora una volta ti meriti il massimo dei voti. (y)
Preferiresti essere grandioso in qualcosa che ti piace, o solo bravo in qualcosa che ami?
❄ ❄ ❄ ❄ 

Io vi ho parlato di It’s a Yuletide Miracle, Charlie Brown, ma vi invito a precipitarvi anche sui blog di Giada, Lily e Juliette per non perdere gli altri tre racconti di questa seconda tappa:

Il racconto di cui parlerò la settimana prossima è Beer Buckets and Baby Jesus di Myra McEntire. La biografia che sono riuscita a trovare dell’autrice non mi piace perché non ci capisco un tubo tra tutte quelle nomine, quindi ho pensato di presentarvela successivamente - per quanto mi è possibile - ricorrendo alle mie conoscenze!

MYRA McENTIRE

Myra McEntire è autrice della trilogia Hourglass, che è stata nominata per due RITA e un YALS Teen Top Ten, e che è stata scelta per un SIBA Okra Pick. Vive a Nashville, Tennessee.

Vi ho presentato il primo libro della trilogia Hourglass (Hourglass, Timepiece, Infinityglass) in un appuntamento di BOOKS IN THE WORLD l’anno scorso. Questi libri hanno delle cover bellissime e che sfidano le leggi di gravità, e anche la trama non sembra male. Al momento questa è l’unica serie scritta dall’autrice, ma ha contribuito anche con diversi racconti in raccolte a tema completamente diverse l’una dall’altra per i temi trattati: oltre che per My true love gave to me, ha scritto per Fifty First Times: A New Adult Antology, Grim e Defy the Dark.

SCHEDULE
  • 4/12 - 14/12 » ISCRIZIONI
  • 15/12 - 22/12 » 1° TAPPA {Midnights di Rainbow Rowell  The Lady and the Fox di Kelly Link  Angels in the Snow di Matt de la Peña  Polaris Is Where You’ll Find Me di Jenny Han}
  • 22/12 - 29/12 » 2° TAPPA {It’s a Yuletide Miracle, Charlie Brown di Stephanie Perkins • Your Temporary Santa di David Levithan  Krampuslauf di Holly Black  What the Hell Have You Done, Sophie Roth? di Gayle Forman}
  • 29/12 - 05/1 » 3° TAPPA {Beer Buckets and Baby Jesus di Myra McEntire  Welcome to Christmas, CA di Kiersten White  Star of Bethlehem di Ally Carter  The Girl Who Woke the Dreamer di Laini Taylor}

Anche per questa seconda tappa è tutto. Io ho barato e ho già letto i quattro racconti in programma per la prossima settimana, ma posso dirvi che sono tutti uno diverso dall’altro e carinissimi, non da meno degli otto che abbiamo già letto. Buona lettura. *w*

10 commenti:

  1. Una delle mie preferite di questa settimana insieme a quella della Forman!
    Quanto vorrei leggere di più su Marigold e North! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me quella di Gayle Forman non è piaciuta tanto. >///< Non che l'abbia trovata brutta °-° forse mi aspettavo altro, anche se non saprei dire cosa nello specifico.

      Elimina
  2. io non sono riuscita a legare molto questi personaggi, non li ho sentiti molto perciò questo non è uno dei racconti che mi è piaciuto di più :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmm, mi spiace che il racconto non ti abbia colpito ma capisco benissimo quello che vuoi dire. Per riprendere ciò che ho appena scritto, a me non ha colpito molto il racconto di Gayle Forman, non sono proprio riuscita ad "entrarci dentro". :c

      Elimina
  3. Ahaha XD Vero, ma lo sai che hai beccato le novelle più carine nelle tue tappe?!? Per ora questa e quella della Rowell sono le mie preferite! In pochissime pagine e in pochissimo tempo (l'arco di una giornata) ha costruito una storia completa, proprio come hai detto tu, co dei personaggi ben caratterizzati. North è carinissimo e Marigold mi ha fatta ridere un sacco. Mi è piaciuto molto come si svelino a vicenda parti del proprio passato e condividano parti di sé in maniera del tutto naturale. Molto, molto carina questa novella. Adesso sono ancora più curiosa di leggere Anna and the French kiss che ho già e procurarmi al più presto gli altri ;D
    L'autrice della prossima tappa non la conoscevo ma la trama di Hourglass mi ispira parecchio, mi segno subito il titolo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente sì, questi due racconti sono i miei due preferiti in assoluto. *--*
      Non hai ancora letto i libri della Perkins?? NON HAI ANCORA LETTO I LIBRI DELLA PERKINS??? Farò finta di non aver sentito. u.ù
      Contenta di averti incuriosita per Myra McEntire! :3

      Elimina
  4. Questo racconto è stato favoloso! !!! Ho adorato i personaggi, i loro pensieri, azioni e motivazioni. Ed il finale aperto eppure conclusivo è unico!
    Capisco al 100% i loro desideri nascosti e le aspirazioni

    RispondiElimina
  5. La mia preferita in assoluto ♥ Marigold e North sono dolcissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, già, già *--* sono troppo tenerini!

      Elimina

Ti ringrazio per il tuo pensiero. ♡