venerdì 14 novembre 2014

RECENSIONE: Going Vintage di Lindsey Leavitt

HELLO, DEAR READERS!
Per oggi ho preparato la recensione di Going Vintage di Lindsey Leavitt, un libro che ho letto a Maggio (!) e che ho scoperto sul blog di Vanessa (I libri sono un antidoto alla tristezza). Di questo libro possiedo l’edizione inglese in paperback di cui adoro la copertina, pertanto vi lascio i relativi dati, ma c’é anche l’edizione americana con una veste grafica completamente diversa. Se vorrete leggerlo, potete scegliere l’edizione che preferite. c:

Going Vintage [ENG]
di Lindsey Leavitt

Editore: Scholastic (4 Aprile 2013)
Pagine: 320
Prezzo: € 6.21
Quando il fidanzato di Mallory, Jeremy, la tradisce con una fidanzata virtuale, Mallory decide che il modo migliore di de-Jeremyzzare la sua vita è de-modernizzare anche le cose. Ispirata da una lista di obiettivi di sua nonna stilata nel 1962, Mallory abbandona la tecnologia e ritorna ad una vita più semplice (quando i fidanzati non potevano tradire con gli avatar). La Lista: 1. Candidarsi per il ruolo di segretario del pep club, 2. Organizzare una soirée per cena, 3. Cucire un vestito per il ballo, 4. Fare coppia fissa con un ragazzo, 5. Fare qualcosa di pericoloso. Ma le cose semplici si dimostrano estremamente coplicate, e dettagli del passato iniziano a modificare il presente di Mallory. Aggiungi una nonna troppo occupata, una sorella sfacciata e il presidente del pep-club - che è il cugino del suo ex - e presto Mallory inizia a pensare se tornando al vintage stia andando troppo lontano.

My rolling thought
Sono la Svizzera degli oratori. Neutrale e fredda… e con un profondo apprezzamento per la cioccolata.
Se penso a Going Vintage i primi aggettivi che mi vengono in mente sono: carinissimo, divertentissimo e dolcissimo. Insomma, Going Vintage è -issimo. E’ un libro che si legge in poco tempo e, niente, è assolutamente adorabile.
Le dis-avventure di Mallory mi hanno davvero divertita perché, se mai dovessi decidere di ritornare al vintage, anch’io mi comporterei esattamente come lei. Il più delle volte combinerei dei disastri senza volerlo, ma rimarrei comunque sempre determinata e fedele al mio obiettivo. Mallory pensa che la vita degli anni Sessanta sia più semplice di quella dei nostri giorni perché, escludendo la tecnologia, c’erano già tutte le comodità dell’epoca moderna e l’unico pensiero di una ragazza era riuscire a cucirsi da sola il vestito per il ballo della scuola, senza doversi preoccupare di stati, commenti e pettegolezzi on-line. E’ una prospettiva affascinante, non lo si può negare, ma in realtà non è tutto come sembra. Come le dirà sua nonna, essere un’adolescente è difficile in qualsiasi decennio.
La prima fase della storia è molto semplice, ma con il procedere degli eventi si distacca dalla situazione iniziale per prendere una piega inaspettata e anche tanto commovente (non ci posso fare niente, se nella storia c’è una super-nonna non posso fare a meno di amarla con tutto il mio cuoricino). Il ritorno al vintage di Mallory aiuterà tutta la sua famiglia ad affrontare problemi interni più o meno grandi e andare incontro ad un passato che sembrava ormai perso per sempre.
Oltre a Mallory e la lista della nonna, i personaggi secondari mantengono viva l’attenzione. Non mi riferisco alle amiche di Mallory, che alla fine risultano molto superficiali, ma alla sua famiglia. Uno degli aspetti che mi è piaciuto di più di questo libro, infatti, è la grande fetta che viene dedicata a Mallory e alla sua famiglia, al rapporto tra i vari membri, e come vengono affrontati e chiariti i problemi. Ho adorato la sorella minore di Mallory, Ginny: lei è sempre pronta ad ascoltare e a sostenere la sorella, anche nei momenti in cui discutono; è sarcastica e spiritosa, ritrovandosi a stemperare più volte con le sue battute le ansie che attanagliano la sorella quando deve portare a termine un compito senza ricorrere alla tecnologia e non sa come fare; sono l’una l’opposto dell’altra, e per questo si bilanciano alla perfezione.
I personaggi maschili sono essenzialmente due: Jeremy, l’ex-fidanzato (abbastanza idiota, permettetemi di dirlo) di Mallory, e Oliver, suo cugino (adorabile, permettetemi di dire anche questo). Non c’è nessun triangolo, fortunatamente, ma solo un piccolissimo accenno a quella che potrebbe sembrare una nuova storia.
Cercare di dire qualcosa in più riguardo Going Vintage mi riesce difficile perché rischierei di dire più di quello che dovrei. Vi consiglio semplicemente di fare un pensierino su questo titolo perché è una storia semplice ma al contempo ricca, dolce, spiritosa e divertente.

★ ★ ★ ★ ☆
Awesome! :D

18 commenti:

  1. Che caruccio :3
    Mi piacerebbe leggerlo solo per sapere come mi comporterei io in una situazione simile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto carino e anche divertente *w* non è un "chissà che" di libro, ma può piacere facilmente.

      Elimina
  2. Mi sembra uno dei miei amati "libri gioiello", quei libri che sono una di quelle chicche nella libreria e che ogni volta che li guardi ti scappa un sorriso al ricordo *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oooh, esatto, Anto! Ogni volta che lo vedo nella mia libreria mi mette allegria. :3 Hai centrato in pieno l'essenza di questo libro.

      Elimina
  3. Ooh sono contenta di averti incuriosita, questo libro è proprio delizioso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per avermelo fatto scoprire. c:

      Elimina
  4. Carinissimo!!! Non lo conoscevo! :)))

    RispondiElimina
  5. Che carino, lo leggerò di sicuro :D
    P.S. Anche io adoro le super nonne!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto! Poi fammi sapere se ti è piaciuto. :D
      PS: la nonna di Mallory è a d o r a b i l e. *w*

      Elimina
  6. Sembra carinissimo *__* E' in wishlist da una vita ma ancora non mi decido a prenderlo, devo assolutamente rimediare!
    La cover poi è stupenda *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa cover è carinissima *w* mi piace più di quella USA perché fa più vintage.
      Se riesci, leggilo perché ne vale la pena!

      Elimina
  7. Sembra una lettura piacevole e divertente!! Se avessi visto questo libro in una libreria, lo avrei preso al volo esclusivamente per la copertina! Meravigliosa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' adorabile sotto ogni punto di vista: storia e cover! Sono assolutamente d'accordo con te. c:

      Elimina
  8. Il tuo blog nuoce gravemente alla mia wish list!!!! Non conoscevo questo libro, ma dopo aver letto la tua recensione non posso proprio fare a meno di inserirlo in WL!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, oddio, ma grazie mille! XD
      Beh, intanto in wishlist c'è, poi si vedrà. c;

      Elimina
  9. L'ho adorato anche io :3
    E non so proprio che altro aggiungere, hai detto tutto tu <3

    RispondiElimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡