lunedì 22 settembre 2014

RECENSIONE: Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo di Rick Riordan

Hallelujah, ecco la recensione della serie Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo. Era praticamente pronta, ma non sono riuscita a postarla e non capite quanto mi dispiaccia. >///< i'm ashamed. Fatemi sapere se siete riusciti nella MMM o avete letto qualche volume, ma anche le vostre opinioni e i vostri pareri sulla serie se l'avete già letta o volete farlo. c: ENJOOOY.

Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo
The Lightning Thief, The Sea of Monsters, The Titan’s Curse
The Battle of the Labyrinth, The Last Olympian di Rick Riordan

Editore: Mondadori Chrysalide (26 Gennaio 2010 / 3 Aprile 2012)
Pagine: 361, 328, 312, 346, 360
Prezzo: € 17.00
Percy Jackson non sapeva di essere destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo. Le creature della mitologia greca e gli dei dell'Olimpo, in realtà, non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York, più vivi e litigiosi di prima. Tanto che l'ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos: qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus, e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni. Sarà proprio Percy a dover indagare sull'innocenza di Poseidone, dio del mare e padre perduto, che l'ha generato con una donna mortale facendo di lui un semidio. Nuove gesta e antichi nemici lo aspettano, e non saranno solo lo sguardo di Medusa e i capricci degli dei ad ostacolare la ricerca della preziosa refurtiva, ma le parole dell'Oracolo e il suo oscuro verdetto: un amico tradirà, e il suo gesto potrebbe essere fatale.

My rolling thought
Gli eroi, d'altro canto, hanno certi privilegi. Possono andare ovunque, sfidare chiunque, purché abbiano il coraggio e la forza di farlo.
Dopo vere e proprie ere geologiche sono riuscita a leggere la serie Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo. Non vedevo l’ora di farlo e sono contenta di essermi decisa, finalmente. Queste sono le mie opinioni - credo davvero poco serie - sull’intera serie senza spoiler:

Ricordavo qualcosa dal film de Il ladro di fulmini, la storia molto in generale, brevi scene e scambi di battute, ma niente di più. Ecco, il libro è tutta un’altra storia (ovviamente, no?). Quello che mi ha colpito di più e che mi ha fatto a d o r a r e questo libro – nonché morir dal ridere – è stato lo stile di Rick Riordan. E’ divertente, spiritoso e sarcastico, e ciò si riflette direttamente sul testo, che si legge con poco e piacevolmente, e sui personaggi, che assumono caratteristiche particolari e curiose, oltre a quelle che già si conoscono e che li configurano come quei determinati dei. Percy, Annabeth e Grover sono adorabili: nonostante abbiano 12 anni (ci metto anche Grover, i satiri crescono più lentamente), mi sono sembrati molto maturi in quanto, in un paio di occasioni, si trovano a dover prendere – o hanno preso - scelte difficili che riguardano la loro vita, la loro famiglia e i loro amici. La storia, in questo primo libro, è molto semplice, ma non per questo meno interessante: durante il corso della missione, i tre si trovano a dover superare diverse difficoltà legate alla figura di un particolare dio o mostro, fino ad arrivare al suo compimento. In definitiva, sono contenta che mi sia piaciuto come speravo.

Al contrario del film de Il ladro di fulmini, ricordo molto bene quello de Il mare dei mostri. Anche se sapevo come sarebbe andata la storia, non mi sono affatto annoiata leggendo il libro per un semplice motivo: è diversissimo. Mi spiego meglio: alla fin fine le dinamiche sono le stesse, ma il film cambia molti particolari e dettagli, sia trascurabili che non, che alla fine è come se non avessi saputo niente in anticipo. Il mare dei mostri ripercorre i passi del suo predecessore: a Percy e Annabeth viene affidata una missione e si mettono in viaggio per portarla a termine, affrontando mostri, dei e difficoltà di varia natura durante tutto il percorso. Non è mancata l’ironia di Rick Riordan che ho adorato nel primo libro e l’approfondimento psicologico dei personaggi. Il rapporto che via via va ad instaurarsi tra Percy e Tyson è la cosa più tenera del mondo, e l’aver conosciuto Annabeth sotto un altro aspetto mi ha fatto apprezzare il suo personaggio ancora di più. Credo si sia capito che questo secondo libro mi è piaciuto tanto quanto Il ladro di fulmini.

La maledizione del titano: Questo. Libro. E’ stato il mio preferito della serie in assoluto fino a quando non ho letto La battaglia del labirinto. E poi Lo scontro finale. L’ho adorato così tanto perché, pur mantenendosi affine ai primi due, la storia assume più spessore: la minaccia del risveglio di Crono si fa più tangibile e i personaggi iniziano a comprendere la reale portata di ciò a cui stanno andando incontro. In questo terzo volume della serie Rick Riordan introduce diversi nuovi personaggi, tra dei, mezzosangue e Cacciatrici. Finalmente ho potuto conoscere il personaggio di cui si è tanto parlato nei libri precedenti! Avrei tanto voluto che Riordan vi si focalizzasse maggiormente, ma non è stato così. Ecco, se devo trovare un difetto in Rick Riordan è proprio il fatto di concentrarsi troppo su Percy e troppo poco sugli altri. Lo fa perché ovviamente è il protagonista, ma diverse volte sono rimasta con l’amaro in bocca perché avrei voluto sapere qualcosina in più, ad esempio cosa pensavano o qual era la loro opinione su quello che stava succedendo. La maledizione del titano è un gran bel libro. Un-gran-bel-libro.

Per me La battaglia del labirinto è stato una cosa sola, o meglio un personaggio solo: Dedalo. Mi ha letteralmente ossessionato per tutto il libro, sia perché si parla di “labirinto” sia perché volevo scoprire tutti i suoi misteri e segreti. Credo che con Dedalo Rick Riordan abbia fatto un ottimo lavoro: è riuscito ad adattarlo alla perfezione agli scopi della serie e a renderlo un personaggio ricco di sfaccettature e interessante agli occhi del lettore. Mi è piaciuto tanto, sì. Quello che mi ha lasciato non troppo convinta è stato… l’intreccio? L’ingarbugliamento? Tutto quello che Rick Riordan ha voluto che ci fosse tra Rachel-Percy-Annabeth. Annabeth è diventata fastidiosa, e io la adoro; non posso considerare fastidioso un personaggio che adoro, proprio no. Per quanto riguarda il procedere della storia, nel Labirinto Percy, Annabeth, Grover ed Elizabeth si ritrovano ad affrontare pericoli e imprevisti seguendo le stesse dinamiche dei volumi precedenti. Ciò che mi ha sorpresa, arrivata a questo punto, è stata la capacità di Rick Riordan di mantenere una struttura narrativa uguale per tutti i romanzi rendendola però sempre interessante introducendo elementi nuovi e innovativi. Forse è questo che la rende una serie… addictive.

Lo scontro finale è il finale più giusto che Rick Riordan avesse potuto elaborare per la sua serie: fila quasi liscio, ma non mancano piccoli colpi di scena e perdite che mi hanno fatto pensare a lui come un piccolo sadico in erba, sulla giusta via per far penare i suoi lettori. Sono rimasta traumatizzata. Traumatizzata. E non sto esagerando. Comunque sia, tutto si conclude nel migliore dei modi e Percy, Annabeth e Grover - e non solo - ne escono cresciuti e profondamente mutati rispetto ai Percy, Annabeth e Grover dell’inizio, anche se già allora li avevo trovati abbastanza maturi per la loro età. Una piccola nota vorrei farla a Luke: in questo ultimo libro mi è piaciuto tantissimo, non riesco a trovare le parole giuste per descrivere ciò che ho pensato di lui negli ultimi istanti. E’ un personaggio che si fa odiare per tutti e cinque i libri, ma alla fine, con poche righe, è riuscito a colpirmi. Luke, sei uno dei miei - tanti - personaggi preferiti.
Tra profezie che si avverano e battaglie all’ultimo sangue, la storia di Percy però non giunge completamente alla fine, e una nuova profezia lascia ancora una piccola porta aperta sul Campo Mezzosangue.

Viste le numerose edizioni della serie, vi consiglio sinceramente di non farvela scappare. Ho sentito parlare spesso di questi libri come “lettura per bambini”, ma non credo sia l’”etichetta” più giusta: certo, è una serie semplice e scorrevole nelle sue vicende, l’ho ripetuto più volte, però è godibile in ogni suo aspetto e, se vogliamo dirla tutta, lancia anche dei messaggi importanti: non solo famiglia-amicizia, ma anche ambiente-senso di appartenenza-e tanti tanti altri.
Ho assegnato quattro stelline ai primi due romanzi e cinque agli ultimi tre. Il voto complessivo perl’intera serie è quattro stelline e mezzo. c:

★ ★ ★ ★ ½
Awesome! :D

20 commenti:

  1. Sai che, non so perché, ma questo serie non l'ho mai tenuta in considerazione...
    Però visto la recensione credo che dovrei dargli una possibilità, magari inizio a prendere le edizioni da 5€ v_v

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ti capisco. :3 Io sapevo della sua esistenza ma non mi sono mai interessata più di tanto, poi ho visto i film e qualcosa non mi tornava, così mi è venuta voglia di leggerla. XD

      Elimina
  2. Adoro alla follia la serie di Percy Jackson, è una delle mie preferite di sempre! <3
    Non mi importa se viene considerata (a torto) una semplice serie per bambini, per me la si può leggere sempre e comunque indipendentemente dall'età ^^
    Quante emozioni, lo stile ironico di Riordan è unico ...mi sa che prima o poi la leggerò direttamente in lingua originale.
    Dovrei iniziare l'altra serie, gli Eroi dell'Olimpo, ma ancora non l'ho fatto; per il momento ho tante, o meglio troppe, serie da terminare, quindi continuo a rimandare :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooooh, concordo assolutamente *--* non la trovo assolutamente solo una serie per bambini!
      Spero di iniziare gli Eroi dell'Olimpo presto. >_<

      Elimina
  3. Bene sono contenta di vedere che il tuo entusiasmo è andato a crescere con i libri *^*
    Io ho provato a iniziare il secondo per la maratona, ma non ero proprio dell'umore LOL spero comunque che quando lo leggerò insieme agli altri mi piaceranno tanto quanto a te :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto benissimo: ogni libro mi è piaciuto un po' di più del primo. *w*
      Quando sarai dell'umore riprendilo, e poi leggi il terzo che è bellisshimo. *e*

      Elimina
  4. E io prima o poi dovrò leggere Percy diamine u.u

    RispondiElimina
  5. Concordo pienamente, io sono al quarto volume e lo sto adorando *__* Questa serie è fantastica, non so perché ho aspettato cosi tanto per iniziarla xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aw, il quarto volume. *______*
      Son contenta che ti stia piacendo!!! >_<

      Elimina
  6. Serie fantastica *-----* e pensare che prima l'avevo sempre snobbata per via dei film ù_ù ma già dal primo libro è stato un colpo di fulmine assicurato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stupidi film. e-e I libri sono fantastici e divertenti, sono contenta di averli letti.
      Abbiamo fatto bene a non lasciarci ingannare. v.v

      Elimina
  7. Bene, la serie sembra meritare allora, ci farò un pensierino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh certo, poi con le edizioni a 5€... c;

      Elimina
  8. Tanto amore per la saga di Percy <3
    Per la MMM sono riuscita a leggere l'ultimo volume :3
    Che dire, è stato un finale-non-finale davvero degno *w*
    Tanti cuoricini a Rick Riordan!
    Menzione speciale per quel tenorone cuccioloso di Tyson, Luke, e Clarisse.
    E a Ermes, che ha rubato il mio cuore <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non puoi capire quanto io abbia amato Luke alla fine.
      Perché-p e r c h é-PERCHE'???? c.c Non si fa così.
      Non l'ho citata nella recensione, ma anche Clarisse è fantastica. v.v
      E il finale????? Ha ha ha, leggendolo mi sono messa a ridere da sola. Rick Riordan, mi hai fregato. >_<

      Elimina
  9. questa serie mi incuriosisce ed è in wish, appena ho un po' di tempo la leggo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appoggio completamente. :D
      Ripeto: edizioni a 5€, la la laaa.

      Elimina
  10. Io ho letto i primi due iniziato il terzo, purtroppo non sono riuscita a concludere la maratona, ma sicuramente finirò la saga...prima o poi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio assolutamente di finirla perché dal terzo in poi i libri sono fantastici *O* o almeno per me.

      Elimina

Ti ringrazio per il tuo pensiero. ♡