giovedì 10 aprile 2014

RECENSIONE: Prodigy di Marie Lu

Buon-fine-pomeriggio a tutti. c:
Il post di oggi è una recensione, una delle due che sono riuscita a scrivere grazie al BLP (YAY!), e sono ricorsa alla pianificazione di Blogger per postarvela. In questo preciso istante, infatti, sto facendo un esame. Spero per me che stia andando tutto bene, che non sia morta di infarto vedendo cosa mi è stato richiesto di scrivere e che stia riuscendo a cavarmela (in qualche modo e come sempre).
A voi lascio pensieri più positivi. :D Sono particolarmente orgogliosa di questa recensione: non per come l'ho scritta, non per il contenuto eccelso o altro... ma credo di essere riuscita a scrivere tutto quello che mi passava per la testa. Non dico che il mio pensiero sia chiaro e lineare, ma sono contenta comunque di aver trovato le parole giuste per scrivere di Prodigy.

Prodigy
Prodigy di Marie Lu

Editore: Piemme Freeway (11 Marzo 2014)
Pagine: 298
Prezzo: € 16.50
Los Angeles, Stati Uniti. Il Nord America è spaccato in due parti, la Repubblica e le Colonie, e la guerra sembra destinata a non finire mai. June e Day arrivano a Vegas dopo essere miracolosamente sfuggiti all'ingiustizia della Repubblica quando l'inconcepibile accade: l'Elector Primo muore e il figlio Anden prende il suo posto. Mentre la Repubblica sprofonda nel caos, i due ribelli innamorati si uniscono ai Patrioti nel disperato tentativo di salvare il fratello di Day, Eden. E i Patrioti accettano, ma a una condizione: June e Day dovranno prima uccidere il nuovo Elector. È l'occasione per cambiare il mondo, per dare un senso alla morte di tante persone amate e di tanti innocenti... peccato che il nuovo Elector, l'affascinante e sensibile Anden, sembri completamente diverso dal suo crudele genitore. E se i Patrioti si stessero sbagliando?


My rolling thought
Tutti noi abbiamo messo le nostre vite a repentaglio per il paese, non quello in cui viviamo adesso, ma quello in cui un giorno speriamo di vivere. Tutti voi, dal primo all'ultimo, siete degli eroi.
Day e June sono in fuga verso Las Vegas. Riusciti a sfuggire dalle mani della Repubblica, sono alla ricerca dei Patrioti, che vogliono Day con loro. Day vuole ritrovare e salvare Eden, il suo fratellino, tenuto prigioniero dalla Repubblica, per questo motivo deve unirsi a loro. Dopo averli trovati, i due ragazzi hanno una missione da compiere: uccidere il nuovo Elector. Tocca a June avvicinarsi a lui e conquistare la sua fiducia, ma ben presto la missione prende una piega completamente diversa da quella che tutti si aspettano. Le scoperte che fa June ribaltano completamente il suo punto di vista. Deve prendere delle decisioni difficili e rischiose, mentre Day può solo starla a guardare, lontano da lei.

Cara Marie Lu, io non riesco proprio a capire perchè hai quest'effetto su di me. I tuoi libri mi piacciono, sul serio: sono piacevoli, con una storia particolare, personaggi interessanti, uno stile un pò scarno che tutto sommato non mi dispiace e, nonostante per catturarmi e conquistarmi completamente ti manchi sempre quel pezzettino in più, arrivo alla fine con una gran voglia di leggere il seguito. Sì, Marie Lu, perchè tu me l'hai fatto un'altra volta: non puoi finire un libro in questo modo. Che razza di finale è quello di Prodigy? Stiamo scherzando?!
Ehm.
Forse la recensione di Legend è stata una delle recensioni più difficili da scrivere: soggettivamente, avrei voluto che il libro riuscisse a piacermi un pò di più; oggettivamente, non avevo dubbi che sarebbe riuscito a conquistare tantissimi lettori grazie al suo potenziale. Ho letto Legend cinque mesi fa ed ho sperato sperato sperato che la Piemme publicasse Prodigy al più presto. Fortunatamente, è stato così!
Prodigy è stata una piccola svolta, è riuscito a colmare quel piccolo vuoto che mi aveva lasciato la lettura di Legend e mai mi sarei aspettata di poter cambiare idea su qualcosa, anche se non in modo così netto e radicale. Non voglio farvi credere di essere passata dall'indifferenza all'adorazione più totale, no: il mio è più entusiasmo, entusiasmo per qualcosa che pian piano mi sta convincendo sempre di più e per un'autrice che si è rivelata abile e intelligente nel portare avanti le sue idee.
Ho trovato Prodigy nettamente superiore a Legend: la trama migliora e si arricchisce, e i personaggi vengono analizzati più in profondità.
Inizialmente avevo paura di ritrovarmi davanti una prima parte un pò lenta e noiosetta come mi era sembrata quella di Legend... ma no: non si è rivelata per niente noiosa e la lettura è andata avanti bene. Fino alla fine si succedono tantissimi colpi di scena ed eventi inaspettati che è quasi impossibile tenerne il conto o riprendersi prima che si verifichi qualcos'altro di talmente forte e sconvolgente. Tutto il contrario di Legend - insomma -, in cui ero riuscita ad intuire le cose prima ancora che succedessero. Ci sono due momenti in particolare che non mi sarei mai e poi mai aspettata di leggere e che ho apprezzato tantissimo: il primo per la sua difficoltà da affrontare, realizzare, sopportare, accettare e... non lo so, so solo che mi ha sconvolto, non per i due personaggi che riguarda e la loro natura (sappiate che non me ne frega niente, L'amore è L'amore in qualunque sua forma e manifestazione), ma per come sono andate le cose; il secondo per la sua imprevedibilità, perchè arriva alla fine, perchè non era nemmeno l'ultima cosa che avrei potuto pensare e immaginare in quel momento. Se ve lo dicessi, vi farei uno spoiler grosso come l'universo.
Una delle cose che volevo leggere in Prodigy, e che quindi mi premeva maggiormente trovare, era avere maggiori chiarimenti sulla storia della nascita della Repubblica, delle Colonie e dei Patrioti. In poche parole, avere un quadro più dettagliato e più approfondito della parte distopica. Da questo punto di vista Marie Lu è stata grandiosa: ha elaborato tutto nei minimi dettagli e i tasselli che compongono la storia vanno tutti al loro posto.
Ancora una volta sono stata colpita dai due personaggi principali, Day e June. Loro due sono due personaggi interessanti, la loro mente è interessante, il modo in cui li ha pensati la Lu è interessante. In Prodigy si ha l'opportunità di analizzarli meglio, di leggerli meglio, di capire cosa vogliono davvero nonostante il ruolo che ricoprono. Day non è soltanto una Leggenda e June non è soltanto un Prodigio. Solo una cosa non riesce ancora a convincermi del tutto, ovvero il fatto che Day e June debbano stare per forza insieme. Continuo a ripetere che loro due mi piacciono di più come alleati, come grandissimi amici, e non perchè in questo libro c'è Tess che ne combina di tutti i colori (anzi, l'ho odiata) e Anden che mi ricorda un pochino-ino-ino Warner (Mafi, mannaggia a te: hai plagiato la mia mente), o perchè sono completamente diversi, non è questo, è solo che il mio cervello li vede meglio così.
Quello che mi colpisce e che mi piace di più dei libri della Lu, poi, è il modo in cui le persone vengono investite di un tale ruolo, di un tale potere, di una tale speranza che spinge tutta una popolazione a lottare, ad andare avanti, a non arrendersi. Day e June sono due simboli, sono i rappresentanti del popolo, sono la loro voce, e si fanno carico di coloro che non possono o non riescono a farsi sentire o a farsi vedere. Perchè sono tutti degli eroi, nel loro piccolo.
Sinceramente non so proprio cosa aspettarmi da Champion: non ho la minima idea di come potrebbe iniziare (anche se posso sempre ricorrere alle anteprime di amazon u.ù) o come potrebbe finire, so solo che voglio leggerlo. E' tutto. Spero che la Piemme continui con queste tempistiche (non solo per questa serie, ma un pò per tutte) e che ci regali Champion al più presto. Dei lettori soddisfatti e accontentati sono dei lettori felici.
Questa volta sei riuscita a conquistarti le quattro stelline piene, vediamo se Champion riuscirà ad aggiudicarsene cinque. Questa è una sfida tra me e te, Marie.

★ ★ ★ ★ ☆
Awesome! :D

16 commenti:

  1. Risposte
    1. Hai ragione. :D
      L'ho preferito a Legend. Mooolto di più. u.ù

      Elimina
  2. Bella recensione! *w* io ho amato Legend e per Prodigy no ci sono parole ç___ç stupendo! Ho bisogno di leggere Champion ora! ç___ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, ma grazie. :3
      La fine è stata tremenda °-° sono rimasta senza parole: ma... ma... no, sul serio, come si fa a far finire un libro così?! Dateci Champioooon!!! >.<

      Elimina
  3. Concordo *___*
    Nonostante Day e June mi piacciono tantissimo assieme, secondo me una relazione Day-Tess sarebbe più credibile!
    Poi ho adorato Anden *___* per non parlare di Metias! È praticamente il mio personaggio preferito!
    Mi dispiace tanto che sia morto t.t

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anden ha colpito anche te? :D Pensavo di essere l'unica! Ad un certo punto ho pensato anche ad un risvolto alla Mafi ma, ehm, no, non penso sia nelle intenzioni della Lu. Anche se mi piacerebbe. *w* Perchè Day e June non li vedo proprio insieme.
      Ohssì, povero Metias. c.c

      Elimina
  4. La tua recensione è molto bella ^^ mi fai venire voglia di ignorare la mia lista e correre subito a comprare Prodigy *--------* (cosa che farò quanto prima!)
    Legend mi è piaciuto molto, anche se concordo con te ho azzeccato gran parte delle cose da subito, e mi fa piacere sapere che il seguito sarà anche meglio, ho sempre il terrore quando inizio una saga che peggiori sempre di più libro dopo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunatamente è migliorata ^-^" ho apprezzato molto di più Prodigy che Legend. Qui ci sono almeno due cose imprevedibili, e una è abbastanza pesante.
      Se già il primo ti è piaciuto, ti consiglio di leggere anche questo. :D

      Elimina
  5. Non dovevi scrivere questa recensione, non dovevi mettermi tutte queste pulci nelle orecchie >.<
    O forse sono io che non dovevo leggerla? xD Cosa succederà mai? >.< aiuto!
    Non vedo l'ora di chiudere con gli esami (a proposito in bocca al lupo per il tuo ;D ) e placare la mia sete di sapere leggendomelo tutto d'un fiato!

    Terminato Legend ho avuto proprio la sensazione che si trattasse di una di quelle saghe che ingranano piano piano, che migliorano andando avanti... deduco di non aver intuito male ;)
    ps anche a me June e Day non fanno né caldo né freddo >_< per ora xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo leggilo, Clà. :D
      Posso confermare la tua sensazione e augurarti buona lettura. :3
      ps mmm, poi dimmi se il "per ora" è rimasto "per ora" o "per sempre" o hai cambiato completamente idea.

      Elimina
  6. Spero sia andato bene l'esame...ti capisco benissimo dato che anch'io ne avevo uno giovedì e uno ieri!! D:
    Davvero una bella recensione!! :D Anche nel mio caso, Legend mi era piaciuto, ma alcuni punti non mi avevano pienamente convinta, ma Prodigy è nettamente superiore!! *-* Ho adorato il modo in cui la Lu ha delineato il suo mondo distopico e i personaggi sono fantastici!! E non parliamo di quel finale..dovrebbe essere illegale terminare un libro in quel modo!! ç_ç anch'io non so davvero cosa aspettarmi da Champions...speriamo bene!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... ILLEGALE! Dannati autori a cui piace vederci soffrire. :/ mmm
      Finalmente la Lu ha tirato fuori il suo mondo distopico e ha tratteggiato ancora di più i personaggi. Sono contenta perchè è riuscita a farmi cambiare idea. :D Speriamo che Champion sia ancora più bello di Prodigy.

      Elimina
  7. Molto molto bene, devo proprio decidermi ad iniziare questa serie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yep Vanessa!
      Inizia e fammi sapere. :3

      Elimina

thank u.
i love reading your rolling thoughts.♡