venerdì 8 febbraio 2013

RECENSIONE: Invidia, I segreti di Port Gamble di Gregg Olsen

Oggi mini-recensione di un genere a me totalmente sconosciuto. Spero di essere riuscita a fare un buon lavoro scrivendone la recensione perchè non so proprio come si analizza un libro del genere. Ma come mi dico spesso: scrivendo si impara e si migliora.
Vabbè, questo è ciò che ne è uscito fuori! Buona lettura. :D


Titolo: Invidia, I segreti di Port Gamble
Titolo originale: Envy
Autore: Gregg Olsen
Data di uscita: 24 Gennaio 2013
Editore: Newton Compton
Pagine: 347
Prezzo: € 9.90
Katelyn è una ragazza problematica e asociale, e quando viene ritrovata morta dalla madre, il giorno di Natale, in paese si diffonde subito la voce che si sia suicidata. Eppure le gemelle Hayley e Taylor Ryan, le sue uniche amiche, non si accontentano di questa spiegazione e iniziano a cercare disperatamente la verità. Per indagare, le ragazze hanno un'arma segreta: possono usare i loro poteri paranormali. Scopriranno che Katelyn non era poi così sola: chattava tutte le notti con un uomo misterioso. Chi si nasconde dietro quell'identità virtuale? È stato lui a spingerla verso la morte? Oppure l'ha uccisa inscenando un suicidio? Ma Hayley e Taylor non sono le uniche a svolgere delle indagini. Una reporter senza scrupoli è sulle loro tracce per carpire informazioni sui loro poteri e su un misterioso incidente avvenuto dieci anni prima, da cui uscirono indenni solo le sorelle Ryan e la povera Katelyn...

My rolling thought
Come il flusso di immagini che a volte sommergeva Hayley attraverso il tatto, ciò che Taylor percepiva sott'acqua non era spiegabile. Almeno, non in modo soddisfacente. Non che le gemelle avessero mai cercato di scoprirne la ragione. In realtà, non sapevano nulla della sua origine. Accadeva e basta, nel modo casuale in cui le cose accadono in natura. Tutte da sole.
Port Gamble è una piccola cittadina in cui tutti si conosco e in cui i pettegolezzi passano di bocca in bocca, più veloce della luce. La notte di Natale, la quindicenne Katelyn si toglie la vita nella vasca da bagno. Quello che viene catalogato come un semplice incidente, in realtà, nasconde dietro di sè un segreto molto più grande. Suicidio? Omicidio? Le sorelle gemelle Hayley e Taylor sono decise a tutti i costi a sollevare il velo di mistero che ricopre l'improvvisa morte della loro vecchia amica di infanzia; dalla loro parte, un potere speciale che non riescono a spiegarsi e un misterioso incidente avvenuto anni e anni prima e di cui le tre ragazze sono le uniche superstiti.

Invidia è uno di quei libri che non mi sarei mai aspettata di ritrovarmi tra le mani, tanto meno di leggere. Fin dal primissimo istante in cui ne ho visto la copertina - oh, è stupenda! Così magnetica nel suo essere macabra e priva di dettagli se non per la ragazza di spalle nella vasca da bagno - ho deciso di dare un possibilità a questo libro e di inoltrarmi in nuovo genere a me totalmente sconosciuto, una sorta di thriller/giallo/mistery con una sfumatura young adult e paranormale. Purtroppo però, prima di immergermi nelle sue pagine ho iniziato a leggere recensioni non molto positive che hanno frenato il mio entusiasmo, ma ora, a lettura ultimata, posso dire di non averlo trovato un "brutto" libro, anche se alcuni dettagli mi hanno fatto storcere il naso e mi hanno fatto propendere per una votazione finale non esattamente positiva.
Innanzitutto la vicenda e lo stile dell'autore. La storia prende il via nel momento in cui Katelyn viene ritrovata morta. Da questo momento in poi la trama viene portata avanti dall'autore in un gioco di "detto e non detto", messo da parte, accennato, ripreso in seguito e poi approfondito. Pone dei quesiti, delle domande, che rimangono nell'aria per invogliare il lettore nella risoluzione del caso. Come piccoli ami lanciati in un laghetto, molte domande vengono "riavvolte" e svelate, altre invece vengono trascinate - suppongo - addirittura in Betrayal, il secondo volume della serie. Man mano che la vicenda va avanti la trama evolve ed assume connotati diversi, credo per confondere il lettore nell'individuazione del colpevole. Lo stile è impersonale, è come se l'autore si trattenesse. Una cosa che ho notato e che non mi è andata molto giù è il continuo "saltare di palo in frasca". Mi spiego meglio: si inizia con una descrizione generale come pretesto per parlare di un determinato personaggio per poi passare a parlare di altro tramite diversi meccanismi mentali o associativi. Non so se questa sia una tecnica specifica di questi tipi di romanzi, ma in più di una volta mi sono sentita un pò spaesata.
Allo stesso modo i personaggi, seppur caratterizzati, li ho trovati un pò anonimi e freddi, non sono riuscita ad entrare in sintonia con loro e tantomeno con le gemelle, a cui molte volte avrei voluto tirare un ceffone in faccia per certi pensieri o scambi di battute assurde in occasioni non molto appropriate. Al contrario, mi è piaciuta molto Katelyn che, pur comparendo molto poco  tramite i pensieri e le parole degli altri personaggi e in piccoli flashback, è riuscita a far sentire la sua presenza. Katelyn è una ragazza che viene definita "problematica", un pò asociale, che non riesce ad emergere tra i suoi coetanei o essere quello che vorrebbe. Tiene all'oscuro di tutti la sua vera vita, nascondendosi dietro lo schermo di un pc. Al fianco di queste tre ragazze, Invidia vanta un vasto e vario cast di personaggi che sono molto più di quello che realmente mostrano di essere.
Invidia è un romanzo strano, di vendetta, odio, e... invidia tra gli abitanti di Port Gamble.
Credo di voler leggere anche Betrayal quando ne avrò la possibilità perchè il velato accenno ad un personaggio in particolare mi incuriosisce molto. Per il momento lascio il mio giudizio in sospeso, devo ancora capire cosa ne penso realmente di questo romanzo!


★ ★ ☆ ☆ ☆
Meh. :/

22 commenti:

  1. mmm, fantastico -_-
    ho paura ad iniziarlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hai ricevuto anche tu, giusto? Prova a dargli una possibilità, forse potrebbe piacerti. ^^
      [No... non credo. xD]

      Elimina
  2. WOW!!! Non avevo molte aspettative da questo romanzo ma cavolo mi hai fatto cambiare idea Vero :)
    ps: grazie per i tuoi messaggi sul mio addio *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cambiato idea in... positivo o negativo?! xD

      Ps. Figurati, mi dispiace tanto non poter leggere più le tue recensioni sul blog. Ma continuerò a seguirti su Goodreads. **

      Elimina
    2. No scusa sul cellulare avevo visto 5 stelline ma credo non distinguesse bene il tutto :)
      Avevo visto tutte recensioni da 2 stelline e quindi non mi aspetto granchè da questo libro! Hai confermato quello che pensavo :)
      Ti ringrazio davvero *_* anche se ti confesso che non avere più il peso (si per me ormai era diventato più un obbligo che un piacere) delle recensioni mi fa stare benissimo :)
      Sono più una lettrice che una "scrittrice" :)

      Elimina
    3. Ah ecco! Perchè non riusciva a capire. ^^"

      Sai, anch'io all'inizio della mia "avventura" mi ero ritrovata nella tua stessa situazione, ma poi mi sono detta "perchè farmi rovinare la mia passione per gente che nemmeno conosco?". Inoltre non credo di essere questa gran scrittrice di recensioni - anzi, a volte ho difficoltà nel trovare le parole esatte per esprimere quello che penso - ma mi piace tantissimo poter esprimere la mia opinione. ^_^ Spero che continuerai a farlo anche tu!
      Ora basta, sennò mi vien da piangere. u.ù

      Elimina
  3. diciamo che non è neanche il mio genere quindi passerò la mano questa volta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è neanche il mio genere, Invidia, ma ho voluto provare. Ora ne ho la conferma. ^_^

      Elimina
  4. mi sa che passerò anche io!! non mi convince!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmm... Mary ho imparato a conoscere i tuoi gusti eee, ti consiglio anch'io di passare ad altro. ^O^

      Elimina
  5. La cover mi attira! :)
    Penso lo leggerò anche se non è proprio il mio genere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai avuto il mio stesso pensiero!
      La cover è molto molto carina, è d'impatto, e anche se non è il mio genere ho voluto provare lo stesso. Chissà, forse ti piacerà. (:

      Elimina
  6. Ahahaha, siamo sulla stessa lunghezza d'onda :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. ^_^
      La tua recensione mi aveva buttata giù di morale; il libro lo ha distrutto.

      Elimina
  7. Mi sa proprio che passo, mi attirava parecchio su goodreads ma mano a mano che leggo le recensioni mi demoralizzo xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Goodreads attirano tutti i libri che ci sono! Se fosse per me li comprerei tutti. u.ù Poi ci sono le recensioni che mi fanno tornare con i piedi per terra.

      Elimina
  8. Non mi ispira particolarmente. Mi incuriosisce, ma allo stesso tempo non sono convinta... :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questi casi meglio non rischiare Lenah. Io mi butterei su altri titoli se fossi in te. ;D

      Elimina
  9. Ohi! =/
    In realtà la cover è molto particolare, "bella" nel suo genere. Mi ricorda la locandina di un film horror, ma non mi aveva attirato particolarmente comunque. E ora, dopo aver letto la tua recensione, mmmh... non so, deve essere uno stile particolare. Se ne avrò l'occasione lo leggerò volentieri così da farmi un'idea personale, ma per il momento, diciamo che non ne andrò in cerca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ossì, è vero! Sembra proprio la locandina di un film horror - ma di horror, questo libro, non ha nulla.
      Lo stile... non so, è strano. Come ho detto anche nella recensione, è il mio primo libro thriller/giallo/mistery e non so se questo stile è tipico di questi libri. :/

      Elimina
  10. Non lo so, non mi aveva mai ispirato e ora ho ancora meno voglia di leggerlo. Nah, mi sa che lo lascio sullo scaffale della libreria xP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà in buona compagnia, non farti problemi a lasciarlo lì. (;

      Elimina

Ti ringrazio per il tuo pensiero. ♡