mercoledì 3 ottobre 2012

RECENSIONE: Darkest mercy, Discordi armonie di Melissa Marr

Buongiorno a tutti cari followers, come va?
Tra ansia da prestazione perchè non voglio fare un'esame, una lezione e uno starnuto (essì, ho preso il raffreddore ._____.") sono ritornata anch'io alla mia vita di sempre. Ma prima di andare alla prossima lezione voglio lasciarvi la recensione del libro conclusivo della saga più fatata che io abbia mai letto.
Cercherò di non fare spoiler, ma comunque vi avverto (non si sa mai che mi scappi qualcosa senza volerlo).


Titolo: Darkest mercy, Discordi armonie
Titolo originaleDarkest mercy
Autore: Melissa Marr
Data di uscita: 28 Settembre 2012
Editore: Fazi Editore

Pagine: 314
Prezzo: € 16,50

Le corti sono nel caos, Keenan, il re dell’Estate, è sparito e le fate della corte della Notte stanno lentamente perdendo la loro forza. Così inizia il capitolo conclusivo dell’acclamata serie di Wicked Lovely dove incontriamo, finalmente riuniti, tutti i personaggi che si sono avvicendati nei quattro romanzi precedenti, uniti in una comune battaglia finale condotta contro Bananach, una creatura malvagia il cui solo esistere sta mettendo a rischio la vita dell’intero popolo fatato.




My rolling thought

La Guerra è ormai imminente e solo l'alleanza tra La Corte dell'Estate, La Corte dell'Inverno e La Corte del Buio può fermarla. Ma l'esito dello scontro porterà a conseguenze inimmaginabili nel mondo fatato e in quello umano.
Keenan fa ritorno a casa dopo sei lunghi mesi di assenza durante i quali Aislinn si è trasformata in una vera regina dell'Estate; Seth ha lasciato la Regina Suprema ed ha fatto ritorno ad Huntsdale; Donia continua a portare l'inverno lasciando dietro di sè un manto di neve e ghiaccio; e Niall è al capezzale di Irial a seguito del mortale e precedente scontro con Bananach.
Tutti sono decisi a fermare la Discordia e a proteggere le creature delle proprie corti, anche se questo vorrà dire pagare a caro prezzo con la propria vita. Su tutti loro infatti aleggia un tragico destino di morte, reso ancor più concreto e reale dall'arrivo in città di Far Dorcha e Ankou...


Quando ho preso per la prima volta Darkest mercy tra le mani ho provato un senso di nostalgia, curiosità e tristezza. Wicked lovely (il primo libro della saga) è stato il mio primo libro in assoluto sulle fate, quando ancora non sapevo cosa volessero dire termini come young adult o paranormal romance. Ho letteralmente divorato i libri di questa saga, e, terminato Radiant shadow, ero estremamente curiosa di leggere il finale di questa meravigliosa saga. Ma quando qualche giorno fa mi sono ritrovata effettivamente con il libro tra le mani, è stato difficile accettare la parola epilogo.
In Darkest mercy ho ritrovato tutti i personaggi a cui mi ero affezionata... e non (vi confesso che non ho mai potuto sopportare Keenan, forse sarò l'unica sulla faccia della terra ma lo trovo estremamente fastidioso!). Non è stato difficile riprendere il filo della storia perchè man mano che leggevo eventi e personaggi mi sono ritornati alla mente e inoltre la Marr fa una sorta di piccolo riassunto delle puntate precedenti. I capitoli si susseguono riportando il punto di vista di ogni personaggio: molti di loro hanno subito una vera e propria metamorfosi durante tutta la saga (Aislinn e Seth); altri mi hanno stupita con il loro comportamento imprevedibile (Niall e Keenan); e ad altri ancora mi sono affezionata ancora di più tanto da voler diventare una creatura della rispettiva corte (Donia). Ritroveremo anche vecchie conoscenze come Leslie e i segugi, e nuovi personaggi come Far Dorcha e Ankou. Ci sono davvero tantissimi personaggi in questa saga, e la Marr ha saputo orchestrare il tutto in un modo assolutamente perfetto: li conosciamo un pò alla volta nei rispettivi libri della serie, si evolvono, e alla fine ci stupiscono. Con la sua scrittura ricca e dettagliata la Marr ci trasmette il loro punto di vista, ce li fa conoscere, ci trasmette i loro pensieri, e ci immerge in un mondo fatato e crudele in cui gli umori, le sensazioni, e le emozioni di ogni creatura fatata si ripercuotono sull'ambiente circostante.
E poi c'è l'amore, e ce n'è tanto! Ogni essere fatato avrà il suo - o quasi - lieto fine e, anche se dovremmo dire addio a qualcuno di loro, la Marr ci ripaga con un bellissimo finale.
Non fatevi ingannare dalla lentezza dei primi capitoli o addirittura dei primi libri: è vero che la Marr si prende tanto tempo per esporci la sua storia, ma non è assolutamente tempo perso o sprecato, fidatevi. Tutto si risolverà in questo ultimo volume, e voi rimmarrete con una bellissima saga nel cuore.
Mi fermo qui perchè non vorrei rovinare la lettura a chi non ha ancora letto il libro o la saga, ma prima di lasciarvi ecco a voi...

... i motivi (almeno secondo il mio umile punto di vista) per cui non bisogna a-s-s-o-l-u-t-a-m-e-n-t-e farsi sfuggire questa serie fatata:

• la mia copia di Darkest mercy profuma (ok, questo non c'entra niente!);
• è una delle migliori serie fatate che potete trovare in circolazione;
• la Marr ha dato vita ad un modo fantastico, in cui sono presenti ogni sorta di creature fatate, e ognuna di loro appartiene ad una determinata corte;
• potrete decidere di far parte della Corte dell'Estate, della Corte dell'Inverno o della Corte del Buio;
• adorerete Aislinn, una protagonista forte e coraggiosa;
• vi innamorerete di Seth (fan girl mode on!) o di Keenan;
• vi affezionerete a Donia e alla sua storia;
• vorreste avere anche voi un segugio al vostro fianco;
• quando nevicherà o splenderà il sole proverete a cercare la Regina dell'Inverno o dell'Estate intorno a voi;
• in Darkest mercy troverete Far Dorcha, un personaggio brillante e geniale;
• e troverete romance, tanto romance da farvi venire le carie ai denti!

7 commenti:

  1. Allora io ho letto solo il primo, carino!!!
    ora leggerò il secondo!!!
    credo che sia una saga imperdibile!!!!
    complimenti per la recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente è la saga sulle fate migliore che io abbia letto fin'ora.
      Ho provato anche Wings e Spells, Il diario delle fate, Wisper e Destiny ma sono niente al confronto. u.ù
      Grazie mille. *-*

      Elimina
  2. Ho apprezzato moltissimo la serie e ho finito l'altro giorno questo ultimo capitolo! Magari troppo lieto fine però mi è piaciuto tanto *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono estremamente soddisfatta per quanto riguarda questa serie. Mi è piaciuta proprio tanto ed è la migliore sulle fate che io abbia mai letto fin'ora! Mmm... forse si, avrei preferito che il contenuto dell'epilogo fosse un attimino diverso. (;

      Elimina
  3. Eih! Volevo chiederti io ho letto il primo capitolo, e mi era piaciuto, ma non mi aveva entusiasmato più di tanto... :/
    Dici che se provo portare avanti la saga potrebbe piacermi di più? Non so, è quel genere ti saghe che diventano più appassionanti andando avanti? ^_^
    Ciao! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio guarda... ho letto molti pareri discordanti su questa saga.
      Io l'ho trovata bellissima, ma penso di essere un pò di parte perchè è stato il mio primo libro sulle fate... altri invece l'hanno trovata un pò lenta e noiosa procedendo nella lettura per via dei numerosi e diversi punti di vista nei vari libri. A me invece è piaciuto molto questo "espediente", alla fine tutto si è incastrato alla perfezione e si arriva anche a conoscere i personaggi molto approfonditamente.
      Ti consiglio di provare almeno il secondo libro così ti renderai subito conto di ciò che ti sto dicendo e se ti potrebbe piacere una saga elaborata in questo modo. ^^
      Dimenticavo! Il romance non manca di certo. (;

      Elimina
    2. Grazie! ^_^ Appena finisco un po' di libri proverò a leggere il secondo capitolo! :D

      Elimina

Ti ringrazio per il tuo pensiero. ♡